BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Le Bufale mediterranee di Davide Rivalta

Parco Papa Giovanni - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Dal 2012 si trovano nel prato antistante la Basilica di Sant’Apollinare in Classe alcune sculture in bronzo realizzate dall’artista Davide Rivalta, raffiguranti cinque bufale mediterranee che procedono in ordine sparso in direzione del monumento, Patrimonio dell’Unesco.

C’è chi si avvicina curioso, chi ne approfitta per farsi un selfie, chi si siede tra di loro per osservare la facciata della basilica.

Collocate in questo luogo in occasione della mostra itinerante “Terre Promesse”, gli animali sono rappresentati in una relazione precisa e contestuale con il paesaggio circostante.

La ricerca artistica di Davide Rivalta, che si considera ravennate sebbene nato a Bologna, è caratterizzata dall’uso di un linguaggio figurativo e dall’indagine sul mondo animale.

Per lui è fondamentale analizzare la relazione esistente tra opera, spazio e spettatore, con l’obiettivo di spingere gli osservatori a porsi in un’ottica di attenzione al passato e tensione ideale verso nuove prospettive.

Umanità e animalità vengono rappresentate contemporaneamente nelle sue opere. Il tempo di incrociarne lo sguardo diffidente e vigile, e di provare a rintracciare una qualche forma di relazione intima con loro.

Queste bufale non sono l’unica opera presente in città dell’artista. Attraversando Ravenna si ritrovano nei posti più impensati tracce del suo estro. Un esempio? I Gorilla nel cortile del Tribunale e/o i Rinoceronti nella Sala, già del Consiglio, dell’Autorità Portuale (vedi focus).

FOCUS

Le opere di Davide Rivalta a Ravenna

Le bufale mediterranee di Sant’Apollinare in Classe non sono le uniche sculture di Davide Rivalta che si ritrovano a Ravenna. La città ospita, infatti, in modo permanente altre sue opere.

Nel cortile interno del Palazzo di Giustizia dal 2002 troneggiano imponenti gorilla che evocano l’idea della primordialità e della condizione naturale del regno animale in un luogo istituzionale e formale.

In una delle sale dell’Autorità Portuale, invece, capeggiano su una parete le sagome disegnate in grafite di alcuni rinoceronti mentre al Museo Nazionale di Ravenna un branco di lupi si “aggira” tra le sale dell’istituzione museale.

informazioni utili

Orario

Sempre visibili.

Come Arrivare

L’opera si colloca nel prato antistante la Basilica di Sant’Apollinare in Classe, a circa 6 km a sud dal centro storico di Ravenna, in direzione Rimini.

In bus: linea 4 e 176 in partenza dalla stazione ferroviaria di Ravenna. Per maggiori informazioni: www.startromagna.it

In bicicletta: l’area è collegata con la città da un’efficiente pista ciclabile.

In macchina: il parco è dotato di un ampio parcheggio per auto e bus ed è facilmente raggiungibile dalle vicine stazioni ferroviarie di Ravenna e Classe.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 24 Marzo 2022

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]