BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Cappella Arcivescovile o di Sant’Andrea

Piazza Arcivescovado, 1 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

La Cappella Arcivescovile o di Sant’Andrea, cui si accede attraverso il museo del Palazzo Arcivescovile, si trova al primo piano ed è l’unico monumento ortodosso fatto costruire dal vescovo Pietro II come oratorio privato dei vescovi cattolici, durante il regno di Teoderico. Qui hanno pregato e celebrato i vescovi dall’Antichità fino ai giorni nostri.

Realizzata agli inizi del V secolo, la cappella venne dedicata a Cristo e tutto il programma decorativo ne glorifica la figura, proprio in un’interpretazione anti-ariana.

La presenza del Salvatore in veste di guerriero, con la croce sulla spalla, il suo monogramma e il suo volto dominano in vari punti della cappella. Anche le immagini dei martiri, degli apostoli e degli evangelisti concorrono a sottolineare questo concetto di glorificazione, come affermazione dell’ortodossia cattolica.

Allo stesso modo, anche l’iscrizione in latino del vestibolo, che recita: “O la luce è nata qui o, fatta prigioniera, qui regna libera” (“Aut lux hic nata est aut capta hic libera regnat”), riferendosi con ogni probabilità alla luce ortodossa si pone in netto contrasto con l’arianesimo e, allo stesso tempo, si riflette nel fulgore dei mosaici.

In seguito, la cappella venne intitolata a Sant’Andrea, le cui reliquie arrivarono qui da Costantinopoli, attorno alla metà del VI secolo.

contatti

FOCUS

Il museo e la cattedra d’avorio di Massimiano

Ricostruito in epoca moderna in continuità con l’antico corpo adibito a residenza del vescovo Orso (IV – V secolo d.C.) sul retro del Duomo, già cattedrale di Ravenna, nel suo edificio originario del V secolo, oggi il Palazzo Arcivescovile offre al suo interno anche un piccolo, ma prezioso, museo su due piani che, con poche sale bene allestite, protegge e custodisce la Cappella di Sant’Andrea.

Se la prima sala del Museo è interamente occupata da una ricca collezione dei marmi dell’antica Basilica Ursiana che, in occasione dei grandi lavori di rinnovamento settecenteschi, l’arcivescovo Maffeo Niccolò Farsetti salvò nella collezione qui esposta, l’attenzione del visitatore viene calamitata però dalla cattedra d’avorio dell’arcivescovo Massimiano, conosciuta in tutto il mondo, esposta nella stanza successiva, a fianco alla cappella di Sant’Andrea.

Il seggio è costituito da un’ossatura d’ebano su cui furono applicati, da almeno quattro diversi artisti, 27 pannelli in avorio (che originariamente dovevano essere stati 39) finemente intagliati con decori vegetali e raffiguranti scene ispirate all’Antico e Nuovo Testamento.

Non si conosce esattamente la sede originaria di questo meraviglioso seggio, che senz’altro per un periodo fu situato nel vano annesso al coro dell’antica cattedrale, prima che, nel 1773, venisse eliminato, per fare posto alla sacrestia.

Al centro, nella parte frontale, la cattedra porta inciso il monogramma di Massimiano, Presule di Ravenna (546-556) nell’età di Giustiniano.

informazioni utili

Orario

In osservanza del DCPM del 3 novembre 2020, la Direzione dell’Opera di Religione della Diocesi di Ravenna ha disposto la chiusura dei monumenti Unesco diocesani a partire da giovedì 5 novembre 2020 fino a ulteriori comunicazioni.

Tariffe

Intero: 10.50€
Ridotto: 9.50€ (*)
Il biglietto è solo cumulativo e comprende: la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano (**), la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia (**), il Museo e la Cappella Arcivescovile. Il biglietto è valido per 7 giorni consecutivi dalla data di emissione e dà diritto a un solo ingresso per monumento

* Valido per studenti italiani e stranieri durante l’anno scolastico; associazioni ed enti convenzionati (dettagli)
** Per l’ingresso al Mausoleo di Galla Placidia e al Battistero Neoniano è previsto un supplemento di 2€ (prenotazione obbligatoria). Il supplemento anche per bambini di età superiore ai 6 anni e residenti del Comune di Ravenna

I biglietti sono acquistabili online o rivolgendosi al Centro Prenotazioni

Inoltre, i biglietti sono acquistabili anche il giorno di visita presso le biglietterie situate in ogni complesso monumentale:

  • Museo Arcivescovile, Piazza Arcivescovado 1
  • Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Via di Roma 53
  • Basilica di San Vitale, Via Argentario 22

Per maggiori informazioni: www.ravennamosaici.it

Gratuità

Bambini fino a 10 anni; residenti nel Comune di Ravenna (esibendo un documento di riconoscimento valido che attesti la residenza); disabili (con invalidità certificata superiore al 74% o possessori della carta bianca), religiosi/e, militari; guide turistiche Regione Emilia-Romagna nell’esercizio della propria attività professionale. I giornalisti per usufruire della gratuità devono essere accreditati in anticipo chiedendo l’autorizzazione scritta alla Direzione dell’Opera di Religione: info@ravennamosaici.it

Per gruppi la gratuità è riservata ad 1 capogruppo ogni 20 paganti. Scolaresche: 1 insegnante gratuito ogni 10 alunni.

Accessibilità

La Cappella è accessibile alle persone con disabilità motorie

Come Arrivare

Zona centrale, fermata tutte le linee a m. 200, parcheggio auto m. 50. Nelle vicinanze Duomo, Museo Arcivescovile e Battistero Neoniano

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 4 Marzo 2021

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Precedente
Successivo
[uwp_login]