Galleria foto

Menu di livello

Home >Scopri il territorio > Personaggi, storia, tradizioni > Riti, leggende > La leggenda del sandalo di San Giovanni Evangelista

La leggenda del sandalo di San Giovanni Evangelista

Sul portale medioevale gotico (sec. XIV), antistante la Chiesa di San Giovanni Evangelista a Ravenna, possiamo vedere rappresentata l’Imperatrice Galla Placidia che si prostra ai piedi di San Giovanni Evangelista, apparsole  la notte precedente la consacrazione della basilica, mentre pregava con il beato Barbaziano. Scomparendo, San Giovanni lascia a Galla Placidia un sandalo come reliquia.

In Vita di San Barbaziano, composta a Ravenna forse nel secolo X, si legge che, quando Galla Placidia ebbe edificata la Chiesa di San Giovanni Evangelista, venne in gran pensiero perchè non si trovavano reliquie del corpo dell’Apostolo.

Allora l’Imperatrice si consiglia con Barbaziano, prete e suo confessore, e insieme, con veglie e preghiere, chiedono a Dio che mostri loro dove siano le reliquie del Santo.

Durante le notturne “incubazioni” Barbaziano vede, per primo, una figura in fulgide vesti, con volto angelico, che reca in mano il turibolo col quale incensa la chiesa.

E’ lo stesso San Giovanni Evangelista, e Barbaziano lo indica a Galla Placidia.

Questa si prostra per abbracciare i suoi piedi; ma nello stesso momento l’Apostolo scompare e lascia nelle mani dell’Augusta un sandalo pontificale. (da Corrado Ricci:Guida di Ravenna)

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 13/09/2013

Recapiti

Indirizzo:
Via Carducci, 10
Telefono:
(+39) 0544.212640

Naviga nei documenti della stessa sezione