BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Pesca e Nettarina di Romagna IGP

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

La PESCA E LA NETTARINA DI ROMAGNA, nate dall’incrocio di diverse tipologie a polpa gialla e bianca, sono tra le prime varietà di pesche ad aver ottenuto il riconoscimento IGP in Europa alla fine degli anni ‘90.

Questo dato non è casuale. Ravenna e la sua provincia, infatti, sono state un punto di riferimento fondamentale per le origini della frutticoltura a livello industriale. I primi impianti a frutteto, in maggior parte pescheti, iniziarono a essere coltivati nel territorio di Massa Lombarda, tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900.

A differenza della pesca romagnola che è caratterizzata da una buccia vellutata, la nettarina (altrimenti nota come “pesca noce”) ha un rivestimento liscio e notevolmente compatto. Entrambi i frutti hanno consistenza succosa e sapore dolce e zuccherino.

Sono consumate solitamente alla fine dei pasti e risultano perfette per la preparazione di macedonie, gelati e dolci. Inoltre il loro basso valore calorico le rende un frutto molto indicato nei regimi dietetici estivi.

A cura della Redazione Locale.
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 6 Dicembre 2022

FOCUS

Pesche gelate all’Albana Spumante di Romagna

Ingredienti per 2 persone

  • 2 pesche mature e profumate;
  • 2 bicchieri di Albana dolce di Romagna Spumante DOCG;
  • zucchero e ghiaccio.

Preparazione

Sbucciare le pesche, togliere il nocciolo e tagliare a fettine di circa 1 cm. Disporre le fettine in un bicchiere di spumante freddo. Polverizzare con un cucchiaio di zucchero semolato. Aromatizzare in frigorifero per un’ora circa e servire con tre cubetti di ghiaccio.

[uwp_login]