BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

La Pineta Ramazzotti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Rinata dopo un grave incendio che nel 2012 l’aveva gravemente danneggiata, la PINETA RAMAZZOTTI è oggi uno degli ambienti naturali di maggior interesse della riviera Adriatica.

Protetta all’interno del Parco Delta del Po e inserita nei Luoghi del Cuore del FAI (Fondo Ambiente Italiano), offre la possibilità di osservare le nascenti forme di vita circondate da un paesaggio secolare. Si tratta di un patrimonio ambientale unico, da preservare ma al contempo da conoscere per via della sua straordinaria bellezza e delle specie animali che qui vivono. L’area infatti in prossimità del mare ospita la nidificazione del fratino, una specie protetta di piccolo trampoliere che fa il nido in spiaggia.

COSA FARE

La Pineta Ramazzotti si sviluppa tra Lido di Dante e la Foce del Torrente Bevano. Grazie a un percorso ad anello, è possibile visitarla partendo da vari punti.

Uno di questi è il paesino costiero di Lido di Dante, poco a sud dei Fiumi Uniti. È possibile inoltrarsi nella pineta da uno degli accesso lungo via Paolo e Francesca, sia dal paese che lungo la spiaggia, appena dopo i campeggi.

Il percorso prosegue fino alla Foce del Bevano, luogo meraviglioso e quasi incontaminato, per poi tornare indietro lungo la spiaggia oppure seguendo altri sentieri nella pineta.

L’altro punto di partenza, soprattutto per un’escursione in bicicletta, è la Pineta di Classe. Vari gli accessi. Si può decidere di partire dal Parco I Maggio, proseguendo per via Fosso Ghiaia, oppure da poco oltre, all’incrocio tra la stessa strada e Via della Sacca. Proseguendo da questa lato si incontrerà dapprima la Foce del Bevano, per poi addentrarsi nella pineta, con la possibilità di giungere fino a Lido di Dante, quindi rientrare con percorsi anche alternativi.

COSA VEDERE

Il punto più suggestivo è sicuramente la Foce del Bevano. Un sistema di cordoni sabbiosi e meandri fossili del torrente che ci mostrano come potesse essere la costa romagnola nei secoli addietro. La zona è protetta e ad accesso regolamentato, ma è possibile osservare il panorama e i suoi abitanti da alcune torrette poste lungo il percorso.

Nella pineta Ramazzotti è ancora ben visibile la zona in crescita dopo l’incendio, nella quale specie autoctone, sia animali che vegetali, si fanno largo verso una rinascita e un nuovo equilibrio.

Molto interessante, infine, la zona umida che si trova nel cuore della pineta, nei pressi di Lido di Dante.

FOCUS

Luigi Rava, ambientalista ante litteram

Se oggi possiamo ancora contare sulle Pinete di Classe, di San Vitale, di Savio e una parte di Bosco Ramazzotti, lo si deve in grande misura al senatore ravennate Luigi Rava (1860-1938). Fu lui il padre delle prime leggi di Tutela dell’Ambiente e dei Beni Culturali emanate in Italia.

In particolare, nel 1905 fece approvare una legge “per la conservazione della Pineta di Ravenna”, prima legge paesaggistica d’Italia che, insieme ala legge sul patrimonio artistico, presentata insieme a Corrado Ricci, permisero la conservazione delle pinete ravennati quale “patrimonio culturale e ambientale”.

Fu così che alle spalle delle dune costiere furono creati fin dal primo Novecento diverse pinete demaniali, in particolare la sezione Ramazzotti e Savio, allo scopo di proteggere le colture retrostanti dai venti marini, andandosi a sovrapporre all’originaria vegetazione arbustiva delle fasce marginali e del sottobosco.

Informazioni utili

Orario

Dal 1 marzo al 15 luglio (salvo l’eventuale protrarsi della fase di nidificazione)
Accesso vietato. Sono previste solo visite guidate a piedi nei giorni di martedì, venerdì, sabato e festivi, secondo orari prefissati o su prenotazione.
L’autorizzazione all’accesso da parte di guide qualificate è rilasciata dal Reparto Carabinieri per la Biodiversità di Punta Marina a seguito di richiesta presentata con adeguato anticipo.

Dal 16 luglio (salvo proroghe) – 28 febbraio
Da luglio (salvo proroghe) a settembre compreso: 8.00 – 20.00
Da ottobre a febbraio: 9.00 – 17.00
Il transito a piedi o in bicicletta è consentito nei giorni di martedì, venerdì, sabato e festivi, esclusivamente lungo l’itinerario ciclopedonale (eccetto visite guidate con itinerario più ampio) fino alla torretta di avvistamento posta alla foce del fiume Bevano.

Come Arrivare

La Pineta Ramazzotti si trova tra la piccola località balneare di Lido di Dante e l’oasi naturale della Foce del Bevano.

In auto: è consigliabile lasciare il proprio mezzo nel parcheggio Viale Guido del Duca. Da qui è necessario inoltrarsi nella pineta retrodunale passando alle spalle del Camping Village Ramazzotti.

A cura della Redazione Locale
Email: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 6 Maggio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]