BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Teatro Dante Alighieri

Via Mariani, 2 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Luogo per eccellenza dell’attività teatrale ravennate, il TEATRO DANTE ALIGHIERI è il più importante e grande teatro della città.

La struttura svolge un ruolo centrale nella programmazione culturale locale, attraverso intense stagioni concertistiche, liriche, di balletto, prosa, eventi di musica contemporanea, oltre che sede ufficiale di parte della programmazione annuale del Ravenna Festival.

Storia di un teatro

La lunga tradizione teatrale di Ravenna ha origini nel Cinquecento. Nel corso dei secoli, diverse sale e cortili di edifici pubblici, tra i quali il palazzo del Comune, furono adibite occasionalmente – o in pianta stabile – a ospitare attività teatrali e musicali.

Solamente nel Settecento la città fu dotata di un primo edificio teatrale autonomo, il teatro Comunitativo, demolito alla fine del secolo successivo.

La prima pietra del nuovo Teatro Alighieri fu posata nel settembre del 1840, quando al restauro del vecchio teatro Comunicativo si preferì la costruzione di un’opera del tutto nuova in un’area che, seppur centralissima, era rimasta fino ad allora ai margini della vita cittadina e perciò soggetta a degrado: la cosiddetta Piazzetta degli Svizzeri (oggi piazza Garibaldi).

La realizzazione dell’edificio fu affidata ai veneziani Tomaso e Giovanni Battista Meduna, che da poco avevano terminato il restauro del celebre Teatro La Fenice di Venezia. Non dissimile dal progetto veneziano, nacque così un edificio d’impianto neoclassico, fortemente scenografico.

Durante l’inaugurazione avvenuta la sera del 15 maggio 1852, il nuovo teatro venne acclamato come uno dei migliori e meglio attrezzati d’Italia.

Da allora molti artisti e personalità provenienti da tutto il mondo si sono esibiti sul suo palco, da Gabriele D’Annunzio alla divina Maria Callas interprete de “La forza del destino” nel 1954 fino ai giorni nostri con il celebre direttore d’orchestra Riccardo Muti.

La struttura del teatro

Esternamente diviso su due piani, il teatro presenta nella facciata un pronao aggettante, con scalinata d’accesso e portico nel piano inferiore a quattro colonne con capitelli ionici.

La parete del piano superiore mostra tre balconcini alternati a quattro nicchie, al cui interno sono presenti delle statue aggiunte solo nel 1967.

Il fianco laterale, prospiciente Piazza Garibaldi, è scandito da due serie di nicchioni inglobanti finestre e porte di accesso, con una fascia in finto paramento lapideo.

L’atrio d’ingresso, con soffitto a lacunari, affiancato da due vani già destinati a trattoria e caffè, immette negli scaloni che conducono alla platea e ai palchi.

La sala teatrale, di forma tradizionalmente semiellittica, presentava in origine quattro ordini di venticinque palchi (nel primo ordine l’ingresso alla platea sostituisce il palco centrale), più il loggione, privo di divisioni interne.

La platea, invece, si collocava su un piano inclinato, meno esteso dell’attuale, che dava più spazio al proscenio e alla fossa dell’orchestra. Veneziane sono anche le decorazioni di stile neoclassico, dei pittori Giuseppe Voltan e Giuseppe Lorenzo Gatteri, con la collaborazione, per gli elementi lignei e in cartapesta, di Pietro Garbato e, per le dorature, di Carlo Franco.

Voltan e Gatteri sovrintesero anche alla decorazione della grande Sala del Casino (attuale Sala del Ridotto dedicata al compositore Arcangelo Corelli) che sormonta il portico e l’atrio, affiancata da vani destinati al gioco e alla conversazione.

CONTATTI

FOCUS

La magia di visitare un teatro

Un percorso di visita apre al pubblico le porte del Teatro Alighieri. I visitatori hanno così la possibilità di essere accompagnati alla scoperta di uno dei più eleganti teatri storici d’Italia.

Il palcoscenico, la platea, la sala del foyer, la Sala Corelli… durante il tour si ha la possibilità di conoscere da vicino la struttura del teatro e farsi così affascinare dalle sue vicissitudini, dalla costruzione fino ai giorni nostri.

Le visite hanno la durata di 1h e sono disponibili in lingua italiana e inglese. Per chi prenota la visita è possibile acquistare biglietti a tariffa ridotta per gli spettacoli in programmazione.

Per info e prenotazioni: visite@teatroalighieri.org e +39 347 5574815

In considerazione dell’emergenza sanitaria legata all’epidemia da Covid-19, le visite guidate sono momentaneamente sospese fino a prossima comunicazione.

informazioni utili

Orario

Gli orari del teatro sono legati agli spettacoli e gli eventi in programma nei suoi spazi. Per avere maggiori informazioni: www.teatroalighieri.org

Accessibilità

Gli spazi del teatro sono accessibili a tutte le persone con disabilità motorie.

Come Arrivare

Il teatro si trova nel pieno centro storico della città, in un’area a traffico limitato.

In bus: proprio davanti al teatro è presente una fermata del trasporto pubblico locale. Per informazioni su orari e percorsi: www.startromagna.it

In macchina: numerose sono le aree posteggio a pagamento nei dintorni del teatro, come Largo Firenze. Per conoscere l’area parcheggio più vicina, vedi QUI.

A piedi: a circa 700 metri (9 minuti a piedi) dalla stazione ferroviaria.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 12 Aprile 2022

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]