BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Porta Serrata

Via Di Roma - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Porta Serrata si trova sul lato nord delle mura, in un tratto in cui si registra una lieve pendenza del suolo. Anticamente era chiamata Porta Anastasia, forse in onore della potente famiglia ravennate degli Anastagi o Anastasi. Già nel Medioevo, la porta era eretta una cinquantina di metri più a ovest, sul Murnuovo.

Accanto alle sue mura scorreva il fiume Montone, deviato nel 1739 fino a via di Roma. Nel XV secolo, i Da Polenta la fecero chiudere per esorcizzare una profezia secondo la quale, da questa porta, sarebbero stati cacciati dalla città. Nel 1441 i Veneziani, temendo un assalto
da parte dei seguaci di Ostasio da Polenta, la mantennero chiusa, conferendole così il nome di Porta Serrata.

Papa Giulio II, nel 1511, quando fece visita alla città di Ravenna, ne impose la riapertura e ordinò che, in suo onore, la porta fosse chiamata Porta Giulia. Questo avvenimento creò grande gioia e soddisfazione nella popolazione per quanto, tuttavia, non fosse destinata a durare.

Nel 1582 infatti, il cardinal legato Ferreri fece demolire la struttura, facendola ricostruire e ornandola di marmi prelevati dalla romana Port’Aurea, da lui stesso smantellata. Documenti del 1608 stabiliscono che il progettista della porta sia stato l’ingegnere Giovanni Antonio Giappuccini, mentre la realizzazione si deve a Pier Francesco Piccinini e Marco Previati.

Nel 1621, durante una festa cittadina, crollò la volta, assieme al ponte di legno che passava sopra il fiume Montone, uccidendo venti persone. La porta fu restaurata dal Cardinal Legato Alderano Cybo nel 1650.

Durante la Seconda Guerra Mondiale vennero demoliti tutti gli edifici attorno, isolando la porta e facendola apparire quasi fuori contesto, con lo stemma di Ravenna e la scritta Renovata Antiquitas (“l’antico rimesso a nuovo”). Priva di funzioni difensive, la porta conserva tutt’ora un carattere militare, ricordando la significativa presenza della milizia civica.

CONTATTI

  • +39 0544 35404

informazioni utili

Come Arrivare

Zona centrale, bus n. 2, 3 e 8. Fermate presso la Rotonda dei Goti e in Via Sant’Alberto. Parcheggio gratuito a Piazzale Torre Umbriatica; parcheggio a pagamento a Piazzale Giustiniano. Stazione dei treni a 500 metri. Nei pressi della Rocca Brancaleone.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 10 Febbraio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]