BETA VERSION

Antico Porto di Classe

Via Marabina, 7 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Il centro di Classe e il suo porto raggiunsero il massimo splendore con Ravenna capitale dell’Impero. Importantissimo scalo sull’Adriatico per le merci, gli eserciti e i viaggiatori che dall’Oriente venivano a commerciare in Occidente, grazie anche alla protezione naturale del sistema lagunare, l’Antico Porto divenne già dal IV secolo d.C. lo sbocco al mare dell’intera Pianura Padana.

Sorse allora un popoloso centro urbano cinto da mura difensive che, quando nel 402 d.C. la capitale fu trasferita da Milano a Ravenna, assunse anche un ruolo di baluardo militare verso il mare.

Ne troviamo una meravigliosa e verosimigliante rappresentazione in mosaico sulla parete della navata centrale della Basilica di Sant’Apollinare Nuovo.

L’epoca d’oro durò circa 200 anni, dal V secolo fino alla progressiva decadenza, a partire dal VII secolo, frutto di una grave crisi economica e quindi della diminuzione dei traffici commerciali e dell’insabbiamento dei canali di comunicazione che portò all’oblio l’intero complesso.

I recenti studi archeologici hanno in parte restituito l’immagine che il sito poteva avere nel suo apogeo, grazie alla realizzazione di un suggestivo percorso archeologico, con un camminamento che lo attraversa, tra prati e canali e che, snodandosi a zig-zag tra acqua e terra, racconta la vita all’epoca del porto.

Suggestiva e originale l’installazione di cinque lastre prospettiche con le ricostruzioni degli edifici e delle strutture del Porto, che si fondono con l’ambiente attuale, restituendo scorci di passato.

Il percorso di visita vi consentirà di ammirare gli affacci sul canale, la strada lastricata romana che serviva i moli d’attracco e il retro dei magazzini in cui erano stoccate le merci, le botteghe artigiane, le fornaci che custodiscono ancora resti di mercurio e coloranti, gli impluvium, il sistema fognario, e anche le fondamenta delle ultime dimore.

Qui sono state rinvenute lucerne, stoviglie e 400 anfore che hanno trasportato olio, vino, salsa di pesce e granaglie dall’Egitto, Cartagine, Palestina e Bisanzio.

Nel Porto di Classe sbarcarono le tonnellate di materiali lapidei, le colonne e i capitelli che servirono alla costruzione della Basilica di San Vitale. E qui, sicuramente, andavano e venivano le migliaia di soldati destinati alla famosa caserma di addestramento per gladiatori.

Innumerevoli i resti dei perimetri murari e delle botteghe con forni produttivi, il tutto salvato e tramandato grazie a un colossale incendio che deve avere distrutto il porto, ma anche conservato le sue rovine sotto una coltre di cenere.

contatti

FOCUS

Il nuovo allestimento del sito archeologico

Tutta l’area dell’Antico Porto è stata recentemente oggetto di un prezioso e multidisciplinare lavoro di valorizzazione che ha riguardato il recupero del sito, la sua messa in sicurezza attraverso complesse opere idrauliche, la sistemazione del canale, la salvaguardia della ricca biodiversità e, naturalmente, il restauro dell’area archeologica vera e propria, con un focus approfondito sull’epoca tra il V e il VI secolo d.C.

Inaugurato pochi anni fa, il sito è già molto caro ai ravennati, che possono raggiungerlo dalla città con una comoda pista ciclabile anche per assistere a concerti e spettacoli sui prati che costeggiano il canale.

Oggi l’antico Porto costituisce la prima stazione del Parco Archeologico di Classe (che comprende anche la Basilica di Sant’Apollinare in Classe e il museo Classis Ravenna), pensato per offrire una visione a 360° della storia e dello sviluppo di questo territorio unico nel suo genere.

Altre informazioni

Orario

Riapertura primavera 2021

Tariffe

Biglietto Unico: 4€

Biglietto Cumulativo
Antico Porto di Classe + Museo Classis + Basilica di Sant’Apollinare in Classe: 12€

biglietti sono prenotabili onlinewww.parcoarcheologicodiclasse.it
È possibile prenotare fino a 30 minuti prima dell’arrivo.
Il ritiro dei biglietti avviene presso la biglietteria del Museo Classis Ravenna

Accessibilità

Il Parco Archeologico e le sale multimediali sono accessibili anche a persone disabili

Come Arrivare

L’area si trova a 5 km a sud dal centro di Ravenna, in direzione Classe o Rimini. L’entrata si apre all’incrocio tra Via Romea Sud e Via Marabina, in località Ponte Nuovo.

Il parco è dotato di un ampio parcheggio per auto e bus ed è facilmente raggiungibile dalla vicine stazioni ferroviarie di Ravenna e Classe.

In bus: linea 4 e 176 in partenza dalla stazione ferroviaria di Ravenna. In bicicletta: l’area è collegata con la città da un’efficiente pista ciclabile.

NeLLE VICINANzE

Precedente
Successivo
[uwp_login]