Galleria foto

Menu di livello

Home >Scopri il territorio > Arte e cultura > Patrimonio Unesco > Basilica di Sant'Apollinare Nuovo

Basilica di Sant'Apollinare Nuovo

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - campanile con palme

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - campanile con palme

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - concerto

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - concerto

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo notturno

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - notturno

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - Palazzo di Teodorico

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - Palazzo di Teodorico

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - particolare del corteo dei santi

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - particolare del corteo dei santi

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo particolare corteo delle vergini

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - particolare corteo delle vergini

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - particolare porto di Classe

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - particolare porto di Classe

  • Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - Particolare della Vergine con Bambino

    Basilica di Sant'Apollinare Nuovo - Particolare della Vergine con Bambino

La Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, fatta costruire da Teoderico (493-526) accanto al suo palazzo, fu in origine adibita a Chiesa palatina, di culto ariano. Dopo la riconquista bizantina e la consacrazione al culto ortodosso (metà del VI secolo) fu intitolata a San Martino, vescovo di Tours. Secondo la tradizione, nel IX secolo le reliquie di Sant'Apollinare furono qui traslate dalla Basilica di Classe e in quell'occasione ricevette la sua intitolazione a Sant'Apollinare, detta "Nuovo" per distinguerla da un'altra chiesa dallo stesso nome presente in città. 

La Basilica presenta una facciata timpanata, inquadrata da lesene e traforata da una bifora sormontata da due piccole finestre. In origine, forse, era racchiusa da un quadriportico, ma attualmente è preceduta da un semplice e armonioso portico di marmo databile al XVI secolo. Sul lato destro il bel campanile cilindrico, caratteristico delle costruzioni ravennati, risale al IX o X secolo.

Al suo interno sopravvive la meravigliosa decorazione musiva dell'antica costruzione, la quale dal punto vista stilistico, iconografico e ideologico consente di seguire l'evoluzione del mosaico parietale bizantino dall'età teodoriciana a quella giustinianea. Le 26 scene cristologiche, risalenti al periodo di Teoderico, rappresentano il più grande ciclo monumentale del Nuovo Testamento e, fra quelli realizzati a mosaico, il più antico giunto sino a noi.


Orari

Dal 26 marzo: tutti i giorni 9 - 19
L'accesso è consentito fino a 15 minuti prima dell'orario di chiusura.


Chiusura

La basilica è chiusa il 25 dicembre e il 1° Gennaio.
Domenica 12 giugno, dalle 11 alle 13, la Basilica non effettuerà visite guidate per la celebrazione della Messa organizzata nell'ambito di Ravenna Festival. Ultimo ingresso in Basilica alle 10.45.
Domenica 19 giugno la Basilica chiude alle 18. Ultimo ingresso alle 17.45.


Tariffe

Intero: 9.50€
Ridotto: 8.50€*
Il biglietto è solo cumulativo e comprende la Basilica di Sant'Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano, la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia,** il Museo e la Cappella Arcivescovile.

* Valido per studenti italiani e stranieri durante l'anno scolastico; associazioni ed enti convenzionati (dettagli).
** Per visitare il Mausoleo di Galla Placidia, dal 1° Marzo al 15 giugno supplemento di 2€ e prenotazione obbligatoria per gruppi.


Gratuità

Bambini fino a 10 anni, residenti nel Comune di Ravenna, disabili e accompagnatori, religiosi, militari, giornalisti (con documento). Per gruppi la gratuità è riservata ad 1 capogruppo ogni 20 paganti. Scolaresche: 1 insegnante gratuito ogni 10 alunni.


Accessibilità

L'ingresso della Basilica è accessibile a persone con disabilità motorie.


Come arrivare

Zona pedonale, fermata tutte le linee urbane a 200 m, parcheggio pullman a m. 200. parcheggio auto a m. 100, a 700 m. dalla stazione ferroviaria. Nelle vicinanze Palazzo di Teodorico, complesso del Museo d'Arte della Città e Santa Maria in Porto.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 13/06/2016

Recapiti

Indirizzo:
via Di Roma, 52
Telefono:
+39 0544 541688
Email:
info@ravennamosaici.it
Link:

» Ravenna Mosaici

» Visita Virtuale di Sant'Apollinare Nuovo

Naviga nei documenti della stessa sezione