BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Teatro Luigi Rasi

Via Di Roma, 39 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Questo teatro originariamente era una chiesa monastica intitolata a Santa Chiara, costruita nel 1255 accanto al convento delle Clarisse per conto della nobile Chiara da Polenta. Della chiesa rimangono solo la facciata e l’abside, incastonata come una quinta nell’area scenica, con risultati molto suggestivi dal punto di vista scenografico.

Gli affreschi del Trecento riminese che occupavano le volte dell’abside sono stati messi in salvo e sono ora esposti nel museo archeologico della città di Ravenna. La chiesa fu ricostruita nel Settecento, su disegno dell’architetto Camillo Morigia, e venne poi convertita a caserma militare durante il periodo napoleonico.

Successivamente, l’edificio, acquistato dal Comune nel 1874, fu trasformato in sala teatrale.

Il teatro venne inaugurato nel 1892 e nel 1919 fu intitolato a Luigi Rasi, attore, drammaturgo e storico teatrale ravennate di fine Ottocento. A lui dobbiamo grandi opere, come la trascrizione del Pluto di Aristofane e dell’Antigone di Sofocle.

Nel 1882, venne nominato direttore della Scuola di Recitazione di Firenze, incarico che conservò fino alla morte. Fra i suoi allievi anche lo scrittore Marino Moretti, che poi abbandonò il teatro per dedicarsi completamente alla letteratura.

Chiuso nel 1959 per restauri, che furono eseguiti dall’architetto ravennate Sergio Agostini, il Teatro Rasi venne riaperto negli anni Settanta e dal 1991 è sede di Ravenna Teatro “Teatro Stabile di Innovazione”, fondato dalle compagnie Teatro delle Albe e Drammatico Vegetale.

Al suo interno una sala all’italiana, con platea e galleria (per un totale di 431 posti), un palco attrezzato, cinque camerini e un foyer diviso in due spazi, la saletta Mandiaye N’Diaye e l’area ristoro, entrambe affacciate su un prezioso giardino.

Al Teatro Rasi si svolge una grande parte delle programmazioni curate da Ravenna Teatro, oltre alle produzioni delle due compagnie fondatrici.

CONTATTI

informazioni utili

Come Arrivare

Zona centrale, semi pedonale. Parcheggio nelle vicinanze. Fermata bus a 50 metri.
Poco distante da: Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, Santuario di Santa Maria in Porto, Museo d’Arte della città, Chiesa di San Giovanni Evangelista.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 29 Settembre 2021

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]