BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Porta Ravegnana o Portonaccio

Via Ravegnana - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Dista solo 200 metri da Porta Sisi, nel Borgo San Rocco e, più che un altro ingresso alla città, Porta Ravegnana appare come un arco celebrativo. Innalzato nel 1785 su disegno di Camillo Morigia e realizzato in mattoni e inserti di pietra d’Istria, è probabile che sia stata edificata nel luogo dove prima sorgeva un avamposto fortificato delle mura urbane.

La sua costruzione sembra legata all’inaugurazione della nuova via Ravegnana, antico collegamento tra Ravenna e Forlì, caduta in rovina nel corso dei secoli e poi ripristinata grazie ai finanziamenti del cardinale Valenti Gonzaga.

Il “Portonaccio”, come veniva chiamato dai ravennati, è in realtà un altro arco precedentemente collocato nello stesso luogo. Il nome è comunque rimasto vivo nella toponomastica della città. Il disegno della porta è semplice e lineare, con ai lati due passaggi destinati ai pedoni.

Il monumento ha un posto rilevante nella storia della città. Due giorni prima della battaglia di Ravenna − il 9 aprile del 1512, la cosiddetta “Pasqua di sangue” − i soldati estensi, alleati dei francesi, avevano tentato l’irruzione proprio nei pressi del Portonaccio, aprendo una breccia nella fortificazione della città. Furono tuttavia valorosamente ricacciati indietro dai ravennati che, dalla vicina Porta Gaza, li fecero scappare a cannonate.

CONTATTI

  • +39 0544 35404

informazioni utili

Come Arrivare

Zona centrale, a ridosso della zona pedonale, bus linea 3 (fermate via S. Mama e via R. Ricci), parcheggi Via R. Ricci e via Castel S. Pietro (a pagamento) e via R. Serra di fronte ex macello (gratuito)

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 10 Febbraio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]