Galleria foto

Menu di livello

Home >Scopri il territorio > Ambiente e natura > Parchi, riserve naturali > La Pineta di Classe

Pineta di Classe

La pineta di Classe si colloca a sud della città di Ravenna, nell’area compresa tra le località di Classe e Cervia. In origine faceva parte del grande bosco planiziale che ricopriva l’intera fascia costiera ravennate, oggi però la sua superficie si è ridotta a circa 900 ettari. Al suo interno è suddivisa in varie aree: la pineta dell'Ortazzino, in prossimità di Lido di Classe, quella dell'Ortazzo, e infine la pineta in senso stretto.

L'intera area è caratterizzata da una vegetazione prettamente mediterranea con radure a prati aridi e bassure allagate interne al bosco con acqua debolmente salmastra e dolce.

Per motivi di tipo economico, il pino domestico si è imposto sul bosco originario, prevalentemente costituito da querceti termofili e mesofili. Sono, difatti, riscontrabili specie arboree come il leccio, la roverella, la farnia, i carpini bianchi e orientali, l'apocino e l'olivello; inoltre l'asparago, il ligustro, il prugnolo, il sorbo domestico e il nespolo.

A causa del graduale intervento dell’uomo, nel corso degli ultimi due secoli il patrimonio faunistico dell’intera pineta ha perso molte delle sue caratteristiche salienti. Sono scomparsi quasi tutti i rapaci diurni; alcune specie di uccelli tipiche degli ambienti forestali e tutti i grandi mammiferi. Pur tuttavia al suo interno è riscontrabile una variegata popolazione di uccelli, quali l'usignolo, il pettirosso, lo scricciolo, la capinera, la sterpazzola, la sterpazzolina, il merlo, la tordela, il luì piccolo, il canapino, il codibugnolo, la cinciarella, la cinciallegra, il picchio muratore, il fringuello, il verzellino, il verdone, il cardellino, lo zigolo nero, lo strillozzo, la gazza, la cornacchia, il rigogolo, l'averla piccola, l'upupa, la tortora selvatica, il picchio Verde, il picchio rosso maggiore, l'allocco, l'assiolo, la civetta, il gufo comune, il lodolaio, il fagiano e anche una discreta presenza di anfibi e rettili.

Un punto di grande interesse della pineta di Classe è il complesso dell’Ortazzo, Ortazzino e foce del torrente Bevano, che rappresenta uno degli ambienti più selvaggi e di maggiore valore naturalistico della provincia e dell’intero litorale adriatico.


Informazioni per escursioni guidate
Centro Visite Cubo Magico Bevanella Tel. (+ 39) 335 563281
IAT Classe Tel. (+39) 0544.473661


Come arrivare
La pineta di Classe si trova a est della SS 16 Adriatica tra le località di Classe, Fosso Ghiaia e Savio. È raggiungibile attraverso due accessi: il primo, denominato "Le Querce di Dante", si sviluppa a partire dalla piazzola del Parco 1° Maggio per circa quattro chilometri e può essere percorso sia a piedi sia in bicicletta. Il secondo percorso , denominato "Equestre, percorso 3", è ippoturistico. È accessibile da via Sila, dal parcheggio situato nella parte più meridionale della Pineta, nei pressi del Torrente Bevano. Attualmente è riservato al solo passaggio dei cavalli e il transito è limitato e regolamentato dal Comune di Ravenna.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 10/12/2015

Recapiti

Link:

» Parco del Delta del Po

Naviga nei documenti della stessa sezione