BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Piccolo museo delle bambole e altri balocchi

Via Fantuzzi, 4 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Ricavato in quelle che furono le cantine dell’antico Palazzo Rasponi-Murat, il Piccolo Museo di Bambole e altri Balocchi, aperto nel 2006 grazie all’impulso di Graziella Gardini Pasini, offre un piacevole salto nel passato tra i giocattoli che tennero compagnia ai nostri nonni e genitori e ci racconta anche come sia cambiato il gusto per il gioco, nel corso del tempo.

Avviato dalla sua fondatrice e attuale direttrice come una raccolta delle proprie bambole e collezioni di famiglia, ha ricevuto il prezioso riconoscimento “Musei di qualità”.

La collezione raccoglie oggetti dal 1850 al 1950, con qualche rarità fuori epoca, come una lettiga giocattolo del ‘700 o, vera chicca, la riproduzione di una bambola micenea del 1100 a.C.

Tra le riproduzioni, anche quella di una bottega di alimentari del 1860 in stile coloniale, ricostruita in miniatura con tutte le merci e gli arredi dell’epoca.

Il vanto del museo sono comunque le bambole e i bambolotti che hanno fatto la storia.

Realizzate in porcellana, celluloide, panno, provenienti da Francia, Germania e Italia, sono esposti in ordine cronologico, per dare l’idea della loro evoluzione, dai materiali utilizzati alle espressioni dei volti, e di come, nel tempo, sia cambiato anche il modo di rappresentare il bambino da parte degli adulti.

Interessante, a questo proposito, la sezione più internazionale dedicata alle bambole artigianali provenienti da varie parti del mondo.

Naturalmente, assieme alle bambole, non mancano vestitini e accessori, casette e altri giochi tradizionalmente collegati al mondo del giocattolo.

Nel corso degli anni il museo è andato ad arricchirsi di molte donazioni, come nel caso di un’intera collezione da 827 pezzi, appartenuti alla Signora Valentina Accame e donati dopo la sua morte.

Alcune teche sono dedicate infine al mondo della scuola, con libri, quaderni, cannette, pennini e calamai, mentre altre espongono abbigliamento d’epoca per bimbi e neonati.

CONTATTI

informazioni utili

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 11 Febbraio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]