BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica di Ravenna

Museo Byron e Museo del Risorgimento

Via Cavour, 54 - Ravenna

Il Museo Byron e Museo del Risorgimento è al momento chiuso per lavori di restauro alle collezioni. Prossima apertura nel 2024.


Un tempo ospitato all’interno della Chiesa di San Romualdo, oggi il MUSEO BYRON e MUSEO DEL RISORGIMENTO si trova all’interno di Palazzo Guiccioli, affacciato lungo sulla centralissima Via Cavour.

UNA CASA RAVENNATE PER BYRON

Austero palazzo seicentesco e casa dei nobili Guiccioli durante l’Ottocento, il palazzo accolse fra il 1820 e il 1821 il famoso poeta inglese George Gordon Byron, giunto da Venezia al seguito del suo ultimo amore, la giovane e bella Teresa Gamba, moglie del proprietario, il conte Alessandro.

Un impegnativo restauro ci restituisce oggi magnifiche stanze variamente affrescate. Il nuovo percorso museale dedicato a Byron ne attraversa la vita e le opere, grazie ad apparati multimediali immersivi curati da Studio Azzurro, e all’esposizione di preziose edizioni originali e memorabilia, ritratti e busti dei protagonisti, medaglioni e ricordi sentimentali racconti da Teresa al tempo della loro intensa relazione, tornati oggi nella casa da cui partirono.

Eccezionali testimonianze e struggenti memorie di vita, di scambi, di letture di poesia: un innovativo museo, a pieno titolo “letterario”.

IL RISORGIMENTO

È a Ravenna, nel cuore della rivoluzionaria Romagna oppressa, che Byron conobbe la passione politica. Travolto dalle pericolose amicizie dei rivoltosi carboni, Byron si votò alla lotta per l’indipendenza dell’Italia e della Grecia poi: fu una passione che sostituì quelle letterarie e amorose, e lo condusse a trovare la morte a soli 36 anni.

Innestata nella storia del Risorgimento ravennate, la sua vicenda di intellettuale si intreccia con le riflessioni, la letteratura e l’impegno politico degli italiani. Un Risorgimento fatto di cospirazioni e pensiero che vengono raccontati, nel sontuoso piano nobile del palazzo, attraverso le memorie dei Ravennati.

L’esposizione di questi oggetti testimonia la lotta per l’indipendenza dall’età napoleonica all’Unità d’Italia, passando per l’avventurosa “trafila” di Garibaldi nelle pinete e nelle terre vallive di Ravenna, in cui emerge la grande e tragica figura di Anita, e le tante storie dei ravennati, spesso giovanissimi, che inseguirono ideali di libertà. Gli oggetti raccontano mille vicende, di politica e di battaglie, un’epopea narrata per immagini, oggetti personali, simboli pubblici.

CONTATTI

  • + 39 0544 35755

informazioni utili

Orario

Il Museo del Risorgimento è al momento chiuso al pubblico per lavori di restauro sulle sue collezioni. Prossima apertura prevista per il 2024.

Come Arrivare

Il Museo Byron e Museo del Risorgimento si trova nella centralissima via Cavour, in Zona a Traffico Limitato.

A piedi: l’edificio è facilmente raggiungibile a piedi dalla stazione (circa 1 km).

In bus: linea 70, fermata in Piazza Baracca. Per maggiori informazioni: www.startromagna.it

In macchina: parcheggi in Piazza Baracca, Largo Giustiniano, Piazza della Resistenza. Per maggiori informazioni sui parcheggi, clicca QUI.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 7 Febbraio 2024

TI POTREBBE INTERESSARE

Precedente
Successivo
[uwp_login]