BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Fattoria Guiccioli

Via Mandriole, 286 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Legata agli avvenimenti storici della metà dell’Ottocento, la FATTORIA GUICCIOLI di Mandriole altro non è che una casa colonica posta nella campagna a metà strada tra Casalborsetti e Sant’Alberto, nell’area meridionale delle Valli di Comacchio.

L’evento storico che la resa famosa si riconduce nuovamente alle vicende di Giuseppe Garibaldi e il suo passaggio in Romagna, durante quella rocambolesca fuga a seguito della caduta della Repubblica Romana.

Qui nel 1849 trovò rifugio assieme alla compagna Anita. In questo luogo, stremata dalla malattia e dalla fuga, morì il 4 agosto di quello stesso anno.

La morte di Anita Garibaldi

Poche ore dopo essere sbarcati all’altezza di Punta di Goro, nelle valli di Comacchio, Garibaldi e Anita s’inoltrarono nell’entroterra.

Inseguiti dagli Austriaci, raggiunsero con grosse difficoltà la fattoria, con la speranza di trovare riparo e un medico disponibile per Anita, che era incinta e febbricitante.

Erano le 19.45 del 4 agosto 1849 quando Anita si spense, gettando Garibaldi nella disperazione.

Il corpo fu sepolto nella sabbia nella vicina “Motta della Pastorara” in maniera molto  sbrigativa, per evitare che le pattuglie scoprissero il loro passaggio.

Sei giorni più tardi la salma fu casualmente scoperta da un gruppo di ragazzini e trasferita al cimitero di Mandriole.

Ogni anno, nel giorno della sua morte, alla Fattoria Guiccioli si tiene una cerimonia commemorativa.

All’interno di Casa Guiccioli

L’area dell’edificio ospita oggi una moderna esposizione di cimeli e ricordi legati alla trafila garibaldina in terra di Romagna.

Tra questi merita di essere menzionato: una copia del letto di morte di Anita (l’originale è stato bruciato durante l’occupazione nazi-fascista) e due quadri a lei dedicati. Inoltre, presso la Landa della Pastorara nel luogo di sepoltura, ad alcune centinaia di metri, si erge il Cippo di Anita in ricordo dell’eroina.

CONTATTI

  • +39 335 6177239
  • + 39 342 7190088

FOCUS

Valle Mandriole

Da un punto di vista ambientale, la Fattoria Guiccioli è situata nelle vicinanze di due stazioni naturalistiche del Parco del Delta del Po: le Valli di Comacchio e la Pineta di San Vitale/Pialasse di Ravenna.

Tutt’attorno, oltre ai campi coltivati, si può godere quindi della bellezza di una natura travolgente.

Valle Mandriole si caratterizza per essere una zona ricca di paludi di acqua dolce createsi, nel corso dei secoli, dalle esondazioni del fiume Lamone.

In questo particolare habitat è possibile ammirare, oltre ai terreni a uso agricolo, superfici aperte con acque poco profonde, con particolari specie vegetali e animali.

Un’area assai vasta, eletta da numerose specie di uccelli quale dimora di riproduzione, sosta e svernamento: uno scenario perfetto per dedicarsi al birdwatching.

informazioni utili

Orario

Tutti i giorni: 9.00 – 18.00.
L’accesso avviene solo previo appuntamento telefonico.

Gratuità

Ingresso gratuito.

Accessibilità

La struttura è in parte accessibile.

Come Arrivare

La Fattoria Guiccioli si trova a metà strada tra Casalborsetti e Sant’Alberto, lungo il margine meridionale delle Valli di Comacchio.

In macchina: da Ravenna percorrere la Statale Romea n. 309 fino a Casalborsetti. Da qui voltare a sinistra per Mandriole e seguire le indicazioni.

In bus: si consiglia di consultare il sito www.startromagna.it per maggiori indicazioni a riguardo.

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 21 Marzo 2022

TI POTREBBE INTERESSARE

Non ci sono risultati per i filtri selezionati

Precedente
Successivo
[uwp_login]