Galleria foto

Menu di livello

Home >Scopri il territorio > Arte e cultura > Siti archeologici > Palazzo di Teoderico (cosiddetto)

Palazzo di Teodorico (cosiddetto)

Con il nome di Palazzo di Teoderico si fa comunemente riferimento ai resti architettonici prospicienti l’attuale via di Roma, situati in prossimità della chiesa di Sant'Apollinare Nuovo. Quest'area fu oggetto di studio a partire dalla metà del diciannovesimo secolo, a seguito del rinvenimento fortuito di alcuni tratti pavimentali a mosaico.

Secondo alcuni studiosi l’edificio sarebbe il resto di un corpo di guardia (VII-VIII secolo) costruito per sorvegliare l’accesso al palazzo al tempo in cui era abitato dagli esarchi (così erano denominati i governatori delle provincie italiane su mandato dell’imperatore di Bisanzio). La fabbrica doveva imitare un analogo edificio di Costantinopoli chiamato Calce (ossia bronzo) per la sua monumentale porta bronzea e da qui scaturirebbe la denominazione di Calce o ad Calchi per l’edificio ravennate.
Secondo altri, invece, si tratterebbe dei resti dell’atrio-porticato (ardica) antistante la chiesa di San Salvatore ad Calchi. Questo edificio di culto, documentato nelle fonti medievali e ubicato in prossimità dell’ingresso del palazzo e della chiesa di Sant'Apollinare Nuovo, risulta quasi del tutto distrutto in un documento del 1503.

Attualmente, attraverso una scala a chiocciola, inserita nella torre rotonda che fiancheggia la porta sul lato est, è possibile accedere alla sala superiore dove sono stati collocati in più riprese, e a partire dalla fine del secolo scorso, numerosi tratti di pavimentazioni musive rinvenute e distaccate durante le campagne di scavi archeologici nell’area del palazzo imperiale teodoriciano. Frammenti musivi si trovano anche al pianterreno nella stretta loggia anteriore.

 

Orari

Tutti i giorni: 8.30 - 13.30


Chiusura

Il palazzo è chiuso il 1° gennaio, 1° maggio e 25 dicembre.


Tariffe

Ingresso gratuito


Come arrivare

Centro storico, zona a traffico limitato, fermata bus comune a tutte le linee, a 700m dalla stazione ferroviaria. Non accessibile ai disabili. Nelle vicinanze Basilica di S. Apollinare Nuovo e Mar - Museo d'Arte della città di Ravenna.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 15/06/2016

Recapiti

Indirizzo:
Via di Roma, angolo via Alberoni
Telefono:
+39 0544 543724
+39 0544 215618
Link:

» Polo Museale dell'Emilia Romagna

» Museo Nazionale di Ravenna e siti Unesco • Facebook

Naviga nei documenti della stessa sezione