BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Polis Teatro Festival 2022

Teatro Alighieri e altri luoghi
3 - 8 maggio 2022
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Polis Teatro Festival 2022

Dal 3 all’8 maggio torna POLIS TEATRO FESTIVAL, il festival del teatro e della partecipazione di Ravenna.

In questa sua 5° edizione, il festival assume la nuova veste di festival internazionale di teatro contemporaneo. Per festeggiare il suo primo lustro di vita, POLIS supera i confini nazionali e allarga il proprio perimetro d’azione, moltiplicando gli eventi in programma e diffondendoli tra Teatro Alighieri, Teatro Rasi, Teatro Socjale e Artificerie Almagià.

Il ricco cartellone di quest’anno prevede oltre 20 eventi tra spettacoli e incontri, con l’obiettivo di promuovere il dialogo tra culture e generazioni differenti di artisti, studiosi e spettatori, e perseguendo l’idea di un teatro che combatte la marginalità e si rende un luogo dove affrontare i mali del presente.

Martedì 3 maggio

EVERY BRILLIANT THING (Le cose per cui vale la pena vivere)
Dove: Teatro Alighieri – Via Mariani, 2
Orario: 21.00

Con Filippo Nigro
Regia di Filippo Nigro e Fabrizio Arcuri

Uno spettacolo partecipativo con il coinvolgimento degli spettatori, che potranno essere chiamati a impersonare alcuni dei personaggi.

Una produzione ispirata al testo dei britannici Duncan Macmillan e Jonny Donahoe, che riesce, grazie a una scrittura dal ritmo sempre serrato e divertente, a toccare con sensibilità e leggerezza un tema delicato e complesso come la depressione.

Mercoledì 4 maggio

CONFINI
Dove: Teatro Rasi – Via di Roma, 39
Orario: 20.00

Con Hervé Goffings, Sanders Lorena, Marco Lorenzini, Dijbril Mbaye, Agata Tomsic, Emanuela Villagrossi
Ideazione, cura e spazio: Davide Sacco e Agata Tomsic

Uno spettacolo sulle migrazioni della compagnia direttrice del festival ErosAntEros, che apre il focus sulla drammaturgia francese.

La storia politica, economica e industriale dell’Unione Europea; un monito sull’emergenza climatica e sul futuro dell’umanità sulla terra e nello spazio infinito. Un lavoro in cui la piccola storia dei singoli dialoga con la grande Storia; un teatro documentario, in cui realtà e finzione procedono di pari passo.

Giovedì 5 maggio

CON LA CARABINA
Dove: Teatro Rasi (Ridotto) – Via di Roma, 39
Orario: 19.30 (Spettacolo in replica il 6, 7 e 8 maggio in diversi orari)

Con Danilo Giuva e Ermelinda Nasuto
Regia di Licia Lanera

Spettacolo in prima nazionale della Compagnia Licia Lanera tratto dal testo della drammaturga Pauline Peyrade. Due attori che attraverso il potere evocativo della parola accompagnano lo spettatore negli inferi, dove viene meno ogni confine tra giusto e sbagliato.

LO STRANIERO – UN FUNERALE
Dove: Teatro Rasi – Via di Roma, 39
Orario: 21.30

Con Woody Neri
Regia di Renzo Martinelli
Drammaturgia di Francesca Garolla

Un intenso monologo ispirato al romanzo di Albert Camus, che si interroga non solo sulla vicenda narrata, ma anche sul motivo per cui, ancora oggi, questa storia possa dirci qualcosa.

Venerdì 6 maggio

8 ENSEMBLE
Dove: Teatro Rasi – Via di Roma, 39
Orario: 21.30

Con Souad Arsane, Sekhou Drame, Felipe Fonseca Nobre, Yuming Hey, Liora Jaccottet, Jisca Kalvanda, Mouradi M’Chinda e Marie Rochand
Testo e regia di Pascal Rambert. Spettacolo in francese con soprattitoli

Uno degli spettacoli più attesi del festival con regia di Pascal Rambert, autore e regista pluripremiato, che sceglie Ravenna per la prima italiana della sua nuova produzione. Così lo spettacolo nelle parole di Rambert: “8 ensemble è prendere otto corpi distanti per aprire la parola e portarli agli occhi del mondo”.

DUE VOLTE TITO – SOPRAVVIVERE ALLA TRAGEDIA

Dove: Teatro Socjale – Via Piangipane, 153
Orario: 20.00

Di Virginia Landi, Francesca Mignemi, Eleonora Paris

Un lavoro che nasce dall’urgenza di portare alla luce gli aspetti violenti del nostro presente attraverso la riscrittura del Tito Andronico di Shakespeare.

Un coro di quattro attori appartenenti alla generazione dei millennial ripercorre criticamente la tragedia guidando il pubblico all’interno della vicenda.

Sabato 7 maggio

JEKYLL LU DUTTURI
Dove: Teatro Socjale – Via Piangipane, 153
Orario: 18.00

Con Pietro Cerchiello e Marina Boselli
Di Pietro Cerchiello

Una storia che ha luogo nella Sicilia degli anni ’20 ma quanto mai attuale. Una storia raccontata dal protagonista a un agente di polizia attraverso un linguaggio poetico e ironico, goffo e istintivo. Una storia che parla di ieri, per parlare all’oggi.

A seguire, INCONTRO CON le due compagnie scelte dai Visionari di Ravenna e, per finire, CENA con i cappelletti preparati dai volontari del Teatro Socjale.

LA MACHINE DE TURING
Dove: Teatro Rasi – Via di Roma, 39
Orario: 21.30

Con Nejc Cijan Garlatti, Timon Šurbej e Nika Korenjak
Regia di Ivica Bulja

Spettacolo in sloveno con soprattitoli

Uno spettacolo tagliente tratto dal testo del drammaturgo francese Benoit Solès sulla vita del geniale matematico Alan Mathison Turing. Una rappresentazione che dà spazio a uno scienziato che ha tracciato le basi dell’informatica moderna e allo stesso tempo ha inconsapevolmente posto uno specchio in una società che si spera non ripeta i suoi errori.

A seguire, INCONTRO CON Ivica Buljan, compagnia Mini theater e Anna Maria Monteverdi.

Domenica 8 maggio

CAPITALISMO MAGICO
Dove: Teatro Socjale – Via Piangipane, 153
Orario: 12.30

Soli in scena, i due protagonisti ripercorrono all’alba dei trent’anni il cammino delle proprie vite all’interno del capitalismo, ricreando ciò che nella realtà ancora pulsa di una viva, inspiegabile, perturbante magia.

Di e con Nicola Borghesi e Lodo Guenzi / Kepler-452

A seguire, i cappelletti preparati dai volontari del Teatro Socjale.

MANIFESTO DEI DIRITTI E DEI DOVERI DEGLI SPETTATORI
Dove: Teatro Rasi (Sala Mandiaye N’Diaye) – Via di Roma, 39
Orario: 15.00

Con Oliviero Ponte di Pino e Stefano Romagnoli (Spettatoreprofessionista)

Un’occasione unica in cui sono gli spettatori a essere gli indiscussi protagonisti, mentre gli operatori culturali del territorio sono invitati ad ascoltare e a porre domande “dal pubblico”.

PICCOLA PATRIA
Dove: Teatro Rasi – Via di Roma, 39
Orario: 18.00

Con Simone Faloppa, Gabriele Paolocà, Gioia Salvatori
Di Lucia Franchi e Luca Ricci

Il giorno prima, il giorno stesso e il giorno successivo a un referendum locale in cui si chiede agli abitanti di un luogo non specificamente identificato se vogliono staccarsi dall’Italia e proclamare di nuovo l’indipendenza della loro antica Repubblica.

YOUR WERE NOTHING BUT WIND

Dove: Artificerie Almagià – Via dell’Almagià, 50
Orario: 21.00

Con Silvia Calderoni
Ideazione e regia di Daniela Nicolò, Enrico Casagrande e Silvia Calderoni

Silvia Calderoni incarna la figura di Ecuba, traducendo la disperazione e la furia di una donna agguerrita.

CONTATTI

Informazioni Utili

Luoghi

  • Teatro Alighieri
    Via Angelo Mariani , 2 - Ravenna
  • Teatro Rasi
    Via di Roma , 39 - Ravenna
  • Teatro Socjale
    Via Piangipane , 153 - Ravenna
  • e altri luoghi

Orario

Vedi programma.

Ingresso

A pagamento

Teatro Dante Alighieri, Teatro Luigi Rasi
€15 (intero); €3 (under 30)

Ridotto del Teatro Rasi, Teatro Socjale, Artificerie Almagià
€10 (intero); €3 (under 30)

Abbonamento focus drammaturgia francese (spettacoli Confini, Lo Straniero, 8 ensemble, La Machine de Turing)
€40

Ti potrebbe interessare

Precedente
Successivo

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 22 Aprile 2022
[uwp_login]