BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Pieve di Campiano

Via Trava - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

La via Petrosa insieme alla via Pasna ed Erbosa erano tratti viari nati verosimilmente nel Medioevo per mettere in comunicazione Ravenna con la via Emilia.

Lungo la via Petrosa, nel centro abitato di Campiano, sorge la Pieve di San Cassiano “in decimo”.

La chiesetta, che si discosta nella sua strutturazione dal modello ricorrente nell’agro ravennate, è ad unica navata e termina con una grande abside semicircolare all’interno e poligonale all’esterno.

Nell’angolo sinistro si innalza un campanile di forma quadrangolare adornato da sei ordini di polifore, da tutti conosciuto con il nome di “la Bartolla”, perché su una delle pareti è presente una statuetta frammentaria che inizialmente si pensava fosse intitolata ad una figura femminile, ma che, in realtà, raffigura una divinità pagana maschile, probabilmente il dio Apollo.

Risale all’anno 896 la più antica testimonianza riguardante la Pieve di San Cassiano, ma la struttura oggi visibile, pur avendo mantenuto il suo impianto originario, ha subito numerose modifiche, frutto di ricostruzioni e rimaneggiamenti che si susseguirono fino al ‘700. In particolare, al XII secolo appartiene la parte superiore della facciata con la bifora centrale ornata da due mascheroni di laterizio e il campanile.

Per quanto riguarda quest’ultimo, si distingue dagli altri della zona per via dell’interessante inserzione nei muri di ceramiche policrome di fabbricazione bizantina che, in termini tecnici, vengono definite “bacini”, forma ornamentale tipica degli edifici di culto di area toscana.

informazioni utili

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 11 Febbraio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Precedente
Successivo
[uwp_login]