BETA VERSION
Sito Ufficiale di Informazione Turistica
Comune di Ravenna

Il Cavallo Paladino

Via di Roma, 13 - Ravenna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Davanti alla Pinacoteca, tra le aiuole di via Roma, accanto alla basilica barocca di Santa Maria in Porto, s’erge, a circa 4 metri da terra il cavallo in cotto, opera di Mimmo Paladino, molto amato e apprezzato dai turisti e dai locali. Il cavallo poggia su un basamento in bronzo, con le gambe esili attaccate al corpo, da cui svetta il collo inarcato, con il muso appuntito e l’occhio cavo.

Una semplicità arcaica ed al tempo stesso moderna, che richiama i temi e l’iconografia di Don Chisciotte, su cui l’artista ha lavorato nello stesso anno, così come quella del cavallo di Troia. Campano, classe ’48, Paladino era tra i principali esponenti della Transavanguardia italiana, movimento artistico che mette in campo un ritorno alla pittura e alle arti figurative, dopo le correnti concettuali degli Anni Settanta. Le sue opere sono ospitate in alcuni dei più importanti musei internazionali, tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York.

In quest’opera, come in altre dell’artista, si nota la sinergia costante con cui Paladino fa dialogare pittura e scultura, che trova il suo culmine nelle installazioni di grandi dimensioni, dalle tele agli oggetti in tre dimensioni. Paladino portò l’opera a Ravenna in occasione di una mostra personale, nel 2005, e decise di lasciarla in città, fino a quando non avesse deciso di collocarla altrove.

I ravennati ormai la danno per acquisita, ma così non è.

informazioni utili

A cura della Redazione Locale
E-mail: turismo@comune.ravenna.it

Ultima modifica: 10 Febbraio 2021

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Precedente
Successivo
[uwp_login]