Galleria foto

Menu di livello

Home > Storytelling >Età moderna e contemporanea

Hermann Hesse (1877 - 1962)

Hermann Hesse

Le donne consapevoli (1902)
I.
Sono stato anche a Ravenna
È una piccola città morta,
con molte chiese e rovine;
nei libri se ne parla.

Tu l’attraversi e osservi,
le vie, tristi e umide,
son mute da un millennio,
e ovunque cresce muschio ed erba.

Son come vecchie canzoni:
si presta orecchio e nessuno ride,
e ognuno poi riascolta e medita
sinché si è fatta notte.

II.
Le donne di Ravenna, con sguardo profondo
e gesto mite, conservano
il sapere dei giorni
della città antica e delle sue solennità.

Le donne di Ravenna: profondo e sommesso 
il loro pianto, come bambini acquetati.
E quando ridono sembra di sentire
l'allegra melodia di un testo triste.

Le donne di Ravenna: pregano come i bambini,
miti e appagate.
Posson dire parole d’amore
e loro stesse non sanno di mentire.

Le donne di Ravenna baciano
misteriose, profonde, e piene di abbandono.
E tutte loro null'altro sanno della vita 
se non che dovremo morire.

 

Hesse, H. Dall'Italia. Diari, poesie, saggi e racconti. Milano: Mondadori 1990.