Galleria foto

Menu di livello

Home >Scopri il territorio > Arte e cultura > Chiese, battisteri > Chiesa di San Nicolò

Chiesa di San Nicolò

La Chiesa di San Nicolò, dedicata al vescovo di Myra patrono di Bari, fu edificata attorno alla seconda metà del Duecento, unitamente all'annesso monastero, come sede ravennate dell'ordine degli Eremiti Agostiniani.
Il nuovo edificio andò a sostituire la precedente Chiesa di San Nicolò "dei Britti" o "in vineis", databile all'VIII secolo d.C., che si trovava non molto distante all’esterno delle mura della città.
Nel corso dei secoli l’aspetto della chiesa subì sostanziali modifiche. In particolare, alla fine del XVII secolo, padre agostiniano Cesare Pronti, allievo del Guercino, affrescò le due cappelle di S. Agostino e S. Monica e realizzò le sette pale d'altare.
La chiesa fu usata in funzione religiosa sino al 1866. Da quel momento l'aula di culto fu destinata dapprima a deposito di macchinari, e in seguito, dopo essere stata venduta al Ministero della Guerra, a cavallerizza militare. Durante questo periodo subì continue spoliazioni che, nonostante il restauro del campanile (1911-12), proseguirono fino al 1921, quando la chiesa fu adibita a garage militare.

Nel 1983, divenuto di proprietà comunale, il Complesso di San Nicolò, conobbe, grazie all’intervento della Soprintendenza per i Beni Ambientali ravennate, una sistematica campagna di restauro. Oggi è divenuto uno spazio espositivo: dal 2012 accoglie, infatti, la mostra permanente Museo TAMO - Tutta l'avventura del mosaico, dedicata all'affascinante storia del mosaico dall'Antichità sino a oggi.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 23/12/2015

Recapiti

Indirizzo:
Via Rondinelli, 2
Telefono:
+39 0544 213371
Fax:
+39 0544 242634
Email:
info@ravennantica.it
Link:

» Museo Tamo - Tutta l'avventura del Mosaico

Naviga nei documenti della stessa sezione