Galleria foto

La Stagione dei Teatri 2016/2017

Menu di livello

Home >Eventi > Manifestazioni e iniziative > Teatro

La Stagione dei Teatri 2016/2017
Vari luoghi della città - Ravenna
Periodo di svolgimento: dal 30/09/2016 al 19/10/2016. Inoltre l'evento si svolge il 16/01/2017, il 17/01/2017 e il 18/01/2017
Orario: 21.00. Domenica ore 15.30

Prosa e contemporaneo uniti per La stagione dei teatri 2016 di Ravenna Teatro, un cartellone d'eccellenza che unisce gli spettacoli in scena nei due teatri cittadini, Dante Alighieri e Luigi Rasi.

Tredici titoli, quaranta repliche e cinque appuntamenti fuori programma caratterizzano la rassegna, dove la complessità di temi e riflessioni supera la distinzione tra classico e contemporaneo sotto una nuova luce internazionale.

------------
Biglietteria
• Teatro Dante Alighieri: +39 0544 249244 - Aperta tutti i feriali dalle 10 alle 13, giovedì dalle 16 alle 18 e un'ora prima di ogni spettacolo.
• Teatro Luigi Rasi: +39 0544 30227 - Aperta il giovedì dalle 16 alle 18 e un'ora prima di ogni spettacolo. Ricordiamo che al Teatro Rasi è possibile pagare solo in contanti o assegni.
Per informazioni su biglietti e abbonamenti si prega di consultare il sito www.ravennateatro.com

* Fuori abbonamento: info +39 0544 36239


CALENDARIO

LUSTeatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da giovedì 1 a domenica 4 dicembre

di Nevio Spadoni
voce Ermanna Montanari
musiche Luigi Ceccarelli, Daniele Roccato eseguite dal vivo
regia Marco Martinelli
Emilia Romagna Teatro Fondazione in collaborazione con Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

Un poemetto di Nevio Spadoni in lingua romagnola, centrato su Bêlda, veggente e guaritrice delle campagne romagnole di inizio Novecento. Una figura potente di donna vittima dell'ipocrisia del paese, che nell’orgoglioso grido di rivolta contro la codardia degli uomini si permette un maleficio di morte ai danni di un “pretaccio”, colpevole di aver disseppellito la madre di lei. Martinelli firma la regia di questa architettura sonora realizzata da Luigi Ceccarelli, compositore tra i più importanti del panorama italiano, e Daniele Roccato, uno dei maggiori virtuosi del contrabbasso. Le scene sono di Ermanna Montanari e Margherita Manzelli, artista ravennate che espone a livello internazionale.


IL BORGHESE GENTILUOMOTeatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da lunedì 16 a giovedì 19 gennaio

di Molière
con Viviana Altieri, Anita Bartolucci, Fabrizio Contri, Cristiano Dessì, Lisa Galantini, Lydia Giordano, Simone Luglio, Elisabetta Mandalari, Roberto Turchetta
regia Armando Pugliese
Roberto Toni per ErreTiTeatro30

Il ricco borghese Jourdain sogna di diventare nobile e si fa circuire da una corte di adulatori e scrocconi che assecondano la sua follia pur di ottenerne un guadagno. A questi si contrappone la moglie che cerca di farlo rinsavire. Ne nasce una farsa chiassosa e colorata che culminerà in una beffa finale dove il “borghese gentiluomo” sarà lasciato definitivamente solo nella sua folle utopia.


MAD IN EUROPE: UNO SPETTACOLO IN LINGUA ORIGINALE
Teatro Rasi - Via di Roma, 39
Periodo di svolgimento: venerdì 20 gennaio

di Angela Dematté
regia gruppo Mad in Europe
Pierfrancesco Pisani, CapoTrave/Kilowatt, Progetto Goldstein

Uno spettacolo ironico che rappresenta, in maniera creativa e attuale, le contraddizioni di una donna contemporanea in conflitto con gli stereotipi di genere e con un passato soffocante. Una riflessione profonda sul potere della parola e del linguaggio e sull'influenza che esercitano nel nostro quotidiano. vincitore del Premio Scenario 2015.


IVANOV
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Date: sabato 28 e domenica 29 gennaio

di Anton Cechov, traduzione Danilo Macrì
con Filippo Dini, Sara Bertelà, Nicola Pannelli, Antonio Zavatteri, Orietta Notari, Valeria Angelozzi, Ivan Zerbinati, Ilaria Falini, Fulvio Pepe
regia Filippo Dini
Fondazione Teatro Due, Teatro Stabile di Genova

Ivanov è la prima delle grandi opere teatrali di Cechov, una vicenda dai toni tragici, beffardi e talvolta grotteschi, un ritratto lucido e irrevocabile di una società insoddisfatta che non trova alcun entusiasmo, quasi in attesa di quell’apocalisse che di lì a poco spazzerà via tutto il mondo (la Rivoluzione Russa è imminente). Il protagonista si trova a fare i conti con il senso d’impotenza che fa di lui un uomo incapace d’affrontare qualsiasi crisi personale e sociale.


AMORE
Teatro Rasi - Via di Roma, 39
Data: mercoledì 1 febbraio

di Spiro Scimone
con Francesco Sframeli, Spiro Scimone, Gianluca Cesale, Giulia Weber
regia Francesco Sframeli
Compagnia Scimone Sframeli in collaborazione con Théâtre Garonne - Toulouse

Amore di Spiro Scimone è una nuova tappa di un percorso ai bordi dell’umanità, all’interno di non luoghi dove i personaggi non hanno nome. In scena due coppie: il vecchietto e la vecchietta, il comandante e il pompiere. Quattro figure che si muovono tra le tombe di un cimitero in un tempo sospeso per i quali la vecchiaia è una condizione rovesciata della vita, dove tutto si fa ricordo e la partita si gioca tra le occasioni mancate e l’estrema possibilità di soddisfare il proprio desiderio. Un dialogo serrato, comico e irriverente in cui i pochi elementi, sempre gli stessi e che ricorrono ossessivamente, bastano a evocare un’infinita gamma di sfumature.


MACBETHTeatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da giovedì 9 a domenica 12 febbraio

di William Shakespeare
con Tommaso Cardarelli, Daniele Madde, Stefano Moretti, Livio Remuzzi, Giovanni Battista Storti, Alfonso Veneroso
regia Franco Branciaroli
CTB Teatro Stabile di Brescia, Teatro de Gli Incamminati

Franco Branciaroli porta in scena la tragedia "nera" di Shakespeare, storia di sfrenata ambizione e di lotta per il potere, scandaglio dei meandri più oscuri dell'animo umano.


MAR DEL PLATA: gli "angeli del rugby" che sfidarono il regime argentino
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Date: martedì 21 e mercoledì 22 febbraio

di Claudio Fava
con Claudio Casadio, Giovanni Anzaldo, Fabio Bussotti, Andrea Paolotti, Tito Vittori e con Edoardo Frullini, Fiorenzo Lo Presti, Giorgia Palmucci, Alessandro Patregnani, Guglielmo Poggi
regia Giuseppe Marini
Società per Attori, Accademia Perduta

Mar del Plata è la vicenda drammatica dei giovani atleti del La Plata Rugby Club che nel 1978 furono perseguitati e decimati dalla sanguinosa dittatura del generale Videla, quello dei desaparecidos. Una storia di ragazzi che decisero di giocare fino all'ultima partita, di disobbedire all'ordine della tirannia che pretendeva si ritirassero dal campionato.


VITA AGLI ARRESTI DI AUNG SAN SUU KYI
[Fuori abbonamento]
Teatro Rasi - Via di Roma, 39
Periodo di svolgimento: martedì 28 febbraio e mercoledì 1 marzo

di Marco Martinelli
ideazione Marco Martinelli e Ermanna Montanari
con Ermanna Montanari, Roberto Magnani, Alice Protto e Massimiliano Rassu
musiche Luigi Ceccarelli
regia Marco Martinelli
Teatro delle Albe/Ravenna Teatro in collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione

Il Teatro delle Albe guarda a Oriente per raccontare la vita di Aung San Suu Kyi, una vita passata per oltre 20 anni agli arresti domiciliari, sotto la dittatura militare che opprime la Birmania da più di mezzo secolo. La scrittura di Martinelli parte dalla figura di questa donna mite e determinata (Nobel per la pace nel 1991) interpretata da Ermanna Montanari, per allargarsi a una riflessione sul mondo contemporaneo, alla necessità di cantare con gioia la Vita, anche quando tutto attorno le nuvole nere incombono.


PREAMLETO
Teatro di Roma

Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: martedì 7 e mercoledì 8 marzo

di Michele Santeramo
con Massimo Foschi, Manuela Mandracchia, Francesco Villano, Lino Musella, Matteo Sintucci
regia Veronica Cruciani
Teatro di Roma

Partendo dall'Amleto di Shakespeare, Michele Santeramo racconta cosa succede prima della morte di Re Amleto, analizzando in chiave contemporanea il concetto di potere.


GIOCANDO CON ORLANDO
Stefano Accorsi, Marco Baliani

Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da giovedì 9 a domenica 12 marzo

liberamente tratto da Orlando Furioso di Ludovico Ariosto
adattamento teatrale e regia Marco Baliani
Nuovo Teatro

Liberamente tratto dall'“Orlando Furioso” di Ludovico Ariosto l'adattamento teatrale di Marco Baliani, che vede protagonista Stefano Accorsi: cavalieri paladini e maomettani che duellando amando, scontrandosi e scornandosi, tradendo e infuriando, girano in tondo come figure di una macchina giostrante.


IL VOLO - LA BALLATA DEI PICCHETTINI
[Fuori abbonamento]
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Data: lunedì 13 marzo

di Luigi Dadina, Laura Gambi, Tahar Lamri
con Tahar Lamri e Luigi Dadina (narrazione), Francesco Giampaoli e Diego Pasini (basso e percussioni), Lanfranco-Moder- Vicari (rap)
regia Luigi Dadina.
Coproduzione Ravenna Teatro, Ravenna Festival

Il racconto della tragedia della Mecnavi, dove nel 1987 tredici operai persero la vita nei cunicoli della nave gasiera, svolgendo il durissimo lavoro di "picchettini". Un drammatico fatto di cronaca lontano nel tempo, ma anche una storia terribilmente attuale fatta di sfruttamento sul lavoro e morti bianche. Nello spettacolo si alternano narrazioni e testi in musica, dalle ballate popolari alla cultura hip hop.


MR PÙNTILA E IL SUO SERVO MATTI
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da giovedì 23 a domenica 26 marzo

di Bertolt Brecht, traduzione Ferdinando Bruni
con Ferdinando Bruni, Luciano Scarpa, Ida Marinelli, Corinna Agustoni, Elena Russo Arman, Luca Toracca, Umberto Petranca, Nicola Stravalaci, Matteo De Mojana, Francesca Turrini, Francesco Baldi, Carolina Cametti
regia Ferdinando Bruni e Francesco Frongia
Compagnia Teatro dell’Elfo.

Fondatore e codirettore del Teatro dell’Elfo insieme a Elio De Capitani, Ferdinando Bruni porta all'Alighieri una delle più incisive commedie di Brecht. Mr Pùntila e il suo servo Matti è la riflessione sulla compresenza del bene e del male nell'animo umano, l’allegoria del capitalismo e dei suoi sorrisi da caimano.


ABRAMO
Teatro Rasi - Via di Roma, 39
Data: mercoledì 12 aprile

di Ermanno Bencivenga
con Augusto Masiello, Teresa Ludovico, Christian Di Domenico, Michele Altamura, Gabriele Paolocá, Domenico Inveri
regia Teresa Ludovico
Teatri di Bari/Kismet

Filosofo e saggista ma anche drammaturgo, poeta e docente universitario, Ermanno Bencivenga s'interroga sul senso della fede e sull'idea che l’uomo ha del proprio dio. Contrariamente a quanto accade nella Bibbia, qui Abramo va fino in fondo: porta Isacco - suo unico figlio, fondamento della sua speranza, del suo futuro, del destino di un popolo - sul monte e lo uccide violando la logica dell’amore in nome di una fede ottusa.


I GIGANTI DELLA MONTAGNA
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Date: mercoledì 26 e giovedì 27 aprile

di Luigi Pirandello
adattamento e regia Roberto Latini
Fortebraccio Teatro in collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi, Festival Orizzonti-Fondazione Orizzonti d’Arte, Emilia Romagna Teatro Fondazione

Un magma oscuro di visoni e ossessioni, ma soprattutto di paure. Pirandello nella sua ultima opera "I giganti della montagna", scritta in punto di morte e rimasta incompiuta, mette in campo un intreccio complesso di figurazioni inquietanti, e proprio su questa tessitura di incubi ha deciso di lavorare Roberto Latini, dando inizio allo spettacolo con quella che è l'ultima battuta scritta dall'autore in fondo al copione mai terminato Io ho paura. 


KAFFÈ BERLIN 
[Fuori abbonamento]
CISIM - Viale Giuseppe Parini, 48 Lido Adriano
Periodo di svolgimento: da mercoledì 10 a venerdì 12 maggio

di e diretto da Marco Maria Linzi
musica composta da Massimo Airoldi e Marco Maria Linzi
con Massimo Airoldi, Stefania Apuzzo, Micaela Brignone, Fabio Brusadin, Angelica della Torre, Sabrina Faroldi, Stefano Slocovich, Stefano Tornese, Eugenio Vaccaro, Giacomo Valentini, Nazaré Xavier
Teatro della Contraddizione in collaborazione con Teatro dell'Elfo

In Kaffè Berlin ci sono tutti: baristi, puttane, maitresse, camerieri, mancano solo gli artisti. Appaiono numeri, come fossero sogni, tra gli spettatori che diventano fantasmi di una vita precedente. Si tratta di persone che erano integrate nella società, ma per caso, fortuna o incidente, ne sono uscite, hanno rotto il ritmo e hanno deragliato dal loro binario.

EVENTI PASSATI 

E’ BAL[Fuori abbonamento]
Vulkano, Via Cella 261 (località San Bartolo)
Periodo di svolgimento: da venerdì 30 settembre a mercoledì 19 ottobre

di e con Roberto Magnani e Simone Marzocchi
testo Nevio Spadoni
musica Simone Marzocchi
Teatro delle Albe/Ravenna Teatro

La storia di Ezia, donna emarginata di un paese della campagna romagnola, vittima delle dicerie della gente, continuamente in cammino alla ricerca di un uomo da sposare.


ALLARMI!
[Fuori abbonamento]
Teatro Rasi - Via di Roma, 39
Periodo di svolgimento: venerdì 28 ottobre

di Davide Sacco e Agata Tomsic / ErosAntEros
testo Emanuele Aldrovandi
dramaturgia Agata Tomsic
con Marco Cavicchioli, Giusto Cucchiarini, Luca Mammoli, Massimo Scola, Agata Tomsic
regia Davide Sacco
Emilia Romagna Teatro Fondazione

Le vicende di un gruppo di terroristi che tenta di sovvertire con la violenza e attraverso la Rete il potere costituito. Non credono nella democrazia, odiano gli immigrati e vogliono instaurare una nuova dittatura in Europa. Nella sua cameretta, un leader molto particolare, tesse un piano per fissare il proprio nome nella storia per l’eternità.


FAUST
Teatro Dante Alighieri - Via Mariani, 2
Periodo di svolgimento: da giovedì 17 a domenica 20 novembre

Spettacolo in lingua cinese sottotitolato in italiano
di Li Meini, basato sul dramma Faust: prima parte di Johann Wolfgang Goethe, traduzione Fabrizio Massini
di Anna Peschke
musica di Luigi Ceccarelli, Alessandro Cipriani e Chen Xiaoman
Emilia Romagna Teatro Fondazione e China National Peking Opera Company

Faust simboleggia l’archetipo dell’uomo contemporaneo che, in nome del proprio piacere e per avidità, sottomette e sfrutta la natura e le persone, noncurante della miseria e della distruzione che genera. Anna Peschke crea un nuovo linguaggio che combina Oriente e Occidente: al canto e alla recitazione dell’opera tradizionale si aggiungono danza, arti acrobatiche e marziali dello stile affascinante dell’Opera di Pechino, oggi inclusa dall’UNESCO nel “Patrimonio Culturale Mondiale Intangibile”.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 21/11/2016

Naviga nei documenti della stessa sezione

scopri gli eventi

Recapiti

Indirizzo:
Vari luoghi della città - Ravenna
Telefono:
+39 0544 36239
Email:
stagionediprosa@ravennateatro.com
Link:

» RavennaTeatro

» RavennaTeatro • Facebook