Galleria foto

Ravenna Festival 2018 • Vespri a San Vitale

Menu di livello

Home >Eventi > Manifestazioni e iniziative > Premi, concorsi

Ravenna Festival 2018 • Vespri a San Vitale
Basilica di San Vitale - via San Vitale, 17
Periodo di svolgimento: dal 01/06/2018 al 05/07/2018

Anche quest'anno Ravenna Festival non manca di rendere omaggio con la fortunata rassegna Vespri di San Vitale la più iconica di tutte le chiese della città,  la Basilica di San Vitale, Patrimonio dell'Umanità.

Dal 1 giugno al 5 luglio la basilica torna ad animarsi di suoni e mistiche voci: tutti i giorni, all'ora del vespro, su una scena preziosa d'oro e mosaici sospesa al confine fra Occidente e Oriente, visitatori e cittadini sono invitati a vivere una esperienza unica tra la bellezza - musicale, artistica e spirituale - custodita nello scrigno di San Vitale attraverso le musiche che hanno segnato nei secoli l'essenza della sua anima.

------------
Ingresso: 1€


Venerdì 1 giugno e da domenica 3 a mercoledì 6 giugno

Basilica di San Vitale
Hermann
Sacra rappresentazione per controtenore, tre viole da gamba, cornetto e voce recitante
Una cantata per controtenore, tre viole da gamba bassa e un cornetto ispirata alla singolare figura di Ermanno il Contratto, monaco benedettino vissuto nell’Isola di Reichenau dal 1013 al 1054.

Musica di Paolo Baioni
Testi di Paolo Baioni e Franco Costantini

Personaggi
Hermann Carlo Vistoli, controtenore
Fra Bertoldo, suo amico Franco Costantini voce recitante

Carlo Vistoli, controtenore Rosita Ippolito, viola da gamba (3-6 giugno) Antonello Mostacci, viola da gamba (1 giugno) Marco Casonato, viola da gamba Laura Secco, viola da gamba Stefano Ensabella, cornetto


Sabato 2 giugno

Refettorio del Museo Nazionale
Tullia Melandri
Riscoprire il suono di Schumann
Oggi siamo abituati a esecuzioni di Schumann sul pianoforte moderno, ma sarebbe davvero necessario riscoprire il suo suono partendo dagli strumenti che egli conosceva e usava, soprattutto negli anni giovanili, in cui compone la maggior parte delle opere pianistiche.

Tullia Melandri, fortepiano

Ignaz Moscheles (1794-1870)
Sonate mélancholique op. 49 in fa diesis minore (1821)
Allegro con passione

Robert Schumann (1810-1856)
Intermezzi op. 4 (1832)


Da giovedì 7 a domenica 10 giugno

Basilica di San Vitale
Sacri Ottoni
Il concerto è dedicato alla riscoperta del repertorio sacro della Scuola Veneziana del XVI secolo, che vede proprio in Giovanni Gabrieli il suo massimo esponente.

Romagna Brass
Matteo Fiumara, tromba Luca Piazzi, tromba Monica Sanguedolce, tromba Miloro Vagnini, tromba Maikol Cavallari, corno Damiano Drei, trombone Lorenzo Rocculi, trombone Fausto Civenni, tuba

Giovanni Gabrieli (1557-1612)
Dalle Sacrae Symphoniae (1597)


Dal lunedì 11 a venerdì 15 giugno

Basilica di San Vitale
Duo Serenissima
I monasteri italiani del Seicento ospitavano donne estremamente colte, indipendenti e creative, spesso protagoniste misconosciute della vita musicale del loro tempo. Il programma è dedicato proprio a loro e in particolare a due religiose ribelli di quel tempo, Lucrezia Orsina Vizzana e Chiara Margarita Cozzolani.

Duo Serenissima
Elisabeth Hetherington, soprano David Mackor, liuto

Chiara Margarita Cozzolani (1602 – ca. 1676-78)
O Maria, tu dulcis

Lucrezia Orsina Vizzana (1590-1662)
O magnum mysterium

Chiara Margarita Cozzolani
Ecce annuntio vobis

Lucrezia Orsina Vizzana
Ave stella matutina
Sonet vox tua

Dal Sacerdotale Romanum (Venezia, 1597)
Cum Autem Venissent

Chiara Margarita Cozzolani
Ave Mater dilectissima


Sabato 16 giugno

Basilica di San Vitale
Stabat Mater
Girolamo Abos, nel cuore del Settecento napoletano
Oggi sconosciuto ai più, Girolamo Abos, attorno alla metà del Settecento, in quello straordinario centro musicale che era Napoli, era uno degli operisti più stimati e i suoi lavori teatrali riuscivano a imporsi anche al di là del panorama italiano, per arrivare fino ai palcoscenici londinesi.

Coro delle Consorti dei Dipendenti del Ministero degli Affari Esteri
Nancy Milesis Romano, direttore Johanna Piszczorowics, violino Francesca Camagni, violino Rosita Ippolito, viola da gamba Nicola Lamon, organo

Girolamo Abos (1715-1760)
Stabat Mater


Domenica 17 giugno

Refettorio Museo Nazionale
Duo Serenissima
Celebrato ancora oggi come pioniere della monodia, Giulio Caccini si ispirava alla tragedia greca quando, alla fine del Cinquecento, nell’ambito della Camerata Fiorentina, promosse un nuovo stile vocale basato su un’unica linea melodica accompagnata da una linea di basso armonizzata da un musicista e ponendo le basi per la nascita del teatro musicale.

Duo Serenissima
Elisabeth Hetherington, soprano  David Mackor, liuto

Giulio Caccini (ca. 1550-1618)
Amarilli, mia bella
Dolcissimo sospiro
Non ha ’l ciel cotanti lumi

Johannes Hieronymus Kapsberger (ca. 1580-1651)
Toccata II dal Libro Primo d’Intavolatura di Lauto (1611)

Giulio Caccini
Amor, io parto
Belle rose porporine
Torna, deh torna (Aria della Romanesca)

Johannes Hieronymus Kapsberger
Toccata VI dal Libro Primo d’Intavolatura di Lauto (1611)

Francesca Caccini (1587-1641)
Maria, dolce Maria


Da lunedì 18 a mercoledì 20 giugno

Basilica di San Vitale
Seicento stravagante
Epoca per eccellenza stravagante, il XVII secolo esprime momenti di eccentricità visionaria frammisti a picchi di ieratico classicismo formale: è questo continuo equilibrio tra i generi a rendere ai nostri occhi quanto mai fascinoso il cuore del “barocco”

David Brutti, cornetto Nicola Lamon, organo

Andrea Gabrieli (1533 - 1585)
Intonazione del Secondo Tono

Gioseffo Guami (1542 - 1611)
“L’accorta” da Canzonette alla Francese (Antwerpen, 1601)

Dario Castello (? - ca. 1658)
Sonata seconda a Sopran solo, da Sonate concertate in stil moderno (Venezia, 1621)

Gioseffo Guami
Fantasia in modo di Canzon Francese

Giovanni Battista Bovicelli (1550 - 1594) / Cipriano De Rore (1515 ca. - 1565)
“Angelus ad Pastores” da Regole, passaggi di musica
(Venezia, 1593)

Angelo Notari (1566 - 1663)
“Ahi che s’acresce”, da Prime musiche nuove (Londra, 1613)

Andrea Gabrieli
Intonazione del Quinto Tono

Giovanni Gabrieli (1557 - 1612)
Canzon Seconda, da Canzoni per sonare con ogni sorta di stromenti (1608)

Fabrizio Fontana (1620 - 1695)
Sonata prima a violino solo da Sonate a 1 2 e 3 per il Violino (Venezia, 1628)

Giovanni Gabrieli
Toccata del Secondo Tono

Giovanni Legrenzi (1626 - 1690)
“En gentes desideratum tempus” da Acclamationi divote a voce sola, Libro Primo, Op. X (Bologna, 1670)

Thomas Crequillon (ca. 1505 - 1557) / Girolamo Dalla Casa (? - 1601)
“Oncques amour” da Il vero modo di diminuir (Venezia, 1584)

Andrea Gabrieli
Canzon detta “Qui la dira”, da Canzoni alla francese per sonar sopra stromenti da tasti, Libro VI (Venezia, 1605)

Andrea Falconieri (ca. 1585 - 1656)
“La Monarca” a violin solo, da Il Primo libro di canzone, sinfonie… (Napoli, 1650)

Anonimo
“El bisson” (pavana) da Manoscritto, D-Mbs Mus.ms


Giovedì 21 e venerdì 22 giugno

Basilica di San Vitale
Omaggio a Rheinberger
Un musicista dal profilo ricco e articolato Joseph Gabriel Rheinberger: organista e pianista virtuoso, compositore prolifico, insegnante, direttore d’orchestra, ricercatore, musicologo. Nonostante oggi sia sconosciuto ai più, visse quasi cinquant’anni di attività, costellati di oltre duecento composizioni di vario genere.

DiStilleria
Marta Fumagalli, mezzosoprano Marco Cortinovis, organo

Joseph Gabriel Rheinberger (1839 -1901)
Da 12 Meditationen op. 167
VIII. Tempo di marcia (organo)

Da 6 Religiöse Gesänge op. 157
I. Sehet, welche Liebe
II. Ich bin des Herrn

Da 12 Meditationen op. 167
VI. Aria (organo)

Da 6 Religiöse Gesänge op. 157
III. Wenn Alle untreu werden
IV. Vater unser

Da 12 Meditationen op. 167
IX. Tema Variato (organo)

Da 6 Religiöse Gesänge op. 157
V. Nachtgebet
VI. Ave Maria


Sabato 23 e mercoledì 27 giugno

Basilica di San Vitale
Harmonia Ludens
Alla base del concerto l’intenzione di reinterpretare per violino e violoncello pagine diverse di Johann Sebastian Bach, mettendo a fuoco alcune delle forme musicali che meglio caratterizzano la sua musica.

Harmonia Ludens
Rocco Malagoli, violino Matteo Montanari, violoncello

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Sonata in sol maggiore BWV 1021

Fuga in sol minore BWV 578

Invenzioni a due voci BWV 772, 785, 777, 779

Aria dalla Suite n. 3 BWV 1068

Canone alla ottava dall’Arte della fuga BWV 1080

Toccata e fuga in re minore BWV 565


Domenica 24 a martedì 26 giugno

Basilica di San Vitale
Liszt e Pärt, sacre consonanze

Coro dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi”
Antonio Greco, direttore Anna Bessi, mezzosoprano Andrea Berardi, organo

Arvo Pärt (1935)
Trivium (II) per organo
Da pacem Domine per coro a cappella
Vater unser per mezzosoprano solo e organo

Franz Liszt (1811 - 1886)
Ave Maria di Arcadelt per organo
Salve Regina per coro e organo
Rosario
I. Mysteria gaudiosa (per coro e organo)
II. Mysteria dolorosa (per coro e organo)
III. Mysteria gloriosa (per coro e organo)
Pater noster (per mezzosoprano e organo)

Arvo Pärt
Salve Regina per coro e organo


Da giovedì 28 a sabato 30 giugno

Basilica di San Vitale
Candia, crocevia di culture
Candia (oggi Hiraklion), capitale di Creta, al centro del Mediterraneo, tra Cinque e Seicento fu un’importante sede d’incontro di culture musicali. È difficile ricostruire i repertori praticati in quell’isola durante la “Venetocrazia”, ma emergono parecchi indizi

Ensemble La Dafne
Stefano Rossi, Ayako Matsunaga, violini Rosita Ippolito, viola da gamba e violone  Valeria Montanari, clavicembalo Fabiano Merlante, tiorba Ewa Gubańska, mezzosoprano

Francesco Cavalli (1602-1676)
Canzon a 3 da Musiche sacre concernenti Messa e Salmi (Venezia, 1656)

Franghiskos Leontaridis (1516 ca. - 1572 ca.)
Crucifixus dalla Missa super Aller (Proske Music Library, Ms. No. 907)

Salomone Rossi (1570 - 1630 ca.)
Sonata undecima detta “La scatola” da Il quarto libro delle varie sonate (Venezia, 1642)

Giovanni Legrenzi (1626 - 1690)
Credidi per contralto, archi e b.c. (Staastbibliothek zu Berlin, D-B Mus. Ms 30222)


Da domenica 1 a giovedì 5 luglio

Basilica di San Vitale
Piero Bonaguri chitarra
Il repertorio sacro: dal Medioevo a oggi
Una piccolissima parte di un ampio repertorio di musica sacra eseguibile con la chitarra. Pezzi originali per chitarra classica, la musica per liuto e vihuela con un ricco repertorio classico e contemporaneo e infine la musica sacra di origine popolare.

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 21/05/2018

Naviga nei documenti della stessa sezione

scopri gli eventi

Recapiti

Indirizzo:
Basilica di San Vitale - via San Vitale, 17
Telefono:
+39 0544 249244
Email:
tickets@ravennafestival.org
Link:

» Ravenna Festival

» Ravenna Festival • Facebook