Galleria foto

Romagna Osteria al Museo Classis

Menu di livello

Home >Eventi > Manifestazioni e iniziative > News

Romagna Osteria al Museo Classis
Museo Classis - Via Classense, 29
Data: 18/10/2019
Orario: 17.00 (visita guidata al parco archeologico di Classe); 19.45 (aperitivo e cena all'interno del museo Classis)

Conoscete Romagna Osteria, il progetto di Visit Romagna in collaborazione con l’Associazione Brigata del Diavolo che riunisce i migliori cuochi del territorio? Si tratta di vere e proprie brigate di cuochi itineranti che portano i loro saperi e sapori nei luoghi magici della Romagna per farli conoscere, vivere e assaporare grazie alla loro cucina.

Venerdì 18 ottobre la carovana di Romagna Osteria farà tappa proprio a Ravenna, nella culla della civiltà bizantina, e più precisamente al nuovo museo Classis, a pochi km a sud del centro storico della città, nei pressi della Basilica di Sant’Apollinare in Classe e l’antico porto tardo-antico di Classe.

Tra le sale del nuovo museo, immersi fra gli echi seducenti di un passato dal prezioso lascito artistico, si terrà una grande cena, questa volta animata da un gruppo di cuochi quasi “autoctoni” guidati dalla Brigata del Diavolo.

-----------
L’evento è a posti limitati
Info e prenotazioni: +39 329 0174886 | info@brigatadeldiavolo.com


PROGRAMMA

Ore 17.00 | Visite guidate al Parco archeologico di Classe (Basilica di Sant'Apollinare e Museo Classis)

Ore 19.45 | Aperitivo e cena all'interno del museo Classis
Il menù prevede dei chiari richiami alla storia dei luoghi (ad esempio il garum, la famosa salsa di cui i romani erano ghiotti) e 
ai prodotti e alle tradizioni miste della cucina tipica delle zone vallive del Parco del Delta del Po ( pesce e selvaggina).


CHEF

Marco Iacullo (La Campaza)
 Maria Grazia Soncini (Ristorante La Capanna Di Eraclio)
 Fabio Drudi (Ristorante La Taverna Di Righi, San Marino Città)
 Omar Casali (Maré | Cucina Caffè Spiaggia Bottega)
 Pierluigi di Diego (Manifattura alimentare)
 Vincenzo Cammerucci (Agriturismo Camì)
 Lorenzo Cagnoli panificatore (azienda Caracol)


MENÚ

Mazzancolle marinate al miele di pineta, porcini, salicornia e pinoli
“Un piatto che porta chi lo assapora in viaggio per le nostre terre, dalle colline fino al mare, dove le nostre mazzancolle vengono immerse in una marinatura a base di miele delle pinete ravennati e poi adagiate su un misticanza di porcini, pinoli e salicornia”

 Seppiolini al nero con polenta
“Piatto della tradizione del Delta del Po. Seppie pescate con la nassa, cotte lentamente con il loro nero e servite con una polenta morbida di farina da pannocchie di granoturco bianco. L’alga verde lattuga di mare viene fritta e completa questa passeggiata laddove il fiume Po incontra il Mare Adriatico”

 Tortello primo sale al latte di capra, lattuga affumicata e ragù di quaglia
“L'intenzione del piatto è di coniugare elementi della tradizione più recente dell'Emilia Romagna, come la sfoglia all'uovo ripiena, ad alimenti noti ancor oggi e presenti quotidianamente sulla tavola già in epoca bizantina: la lattuga, cotta sulle braci, il formaggio a base di latte di capra o pecora ed il ragù di volatili, eredità dell'ancor più lontana epoca romano-ellenistica”

 Carciofo, garum, cacio e finocchio di mare
“Un piatto che nasce dall’idea che un vegetale già conosciuto e utilizzato in epoca bizantina sia il collante tra ingredienti o preparazione di forte identità. Il cacio sapido e stagionato con caglio vegetale. Il garum, questa salsa a base di pesce fermentato che può essere in qualche modo paragonata alla “moderna” colatura di alici. Il finocchio di mare come sapore di unione tra terra e mare. Non ultimo, il suono familiare di ingredienti quando pensiamo alla cucina Romana attuale”

 Germano reale farcito con anguilla di valle, cavolo nero, melograno
“Per fare questo piatto mi sono ispirato a una preparazione che facevamo al Trigabolo ma con ingredienti diversi. L’idea è nata pensando a cosa mangiano i germani nel salmastro: piccole alghe e pesciolini. Da qui l’idea di farcire il germano con l’anguilla di Valle e il cavolo nero tipici del nostro territorio”

 Tortino di castagne, salsa cachi, zafferano e cioccolato
"L’idea di questo piatto nasce a Brisighella alla Grotta fine anni ’80, zona di confine tra la provincia di Ravenna e la Toscana, con un'intensa produzione di castagne e cachi che un tempo venivano poco valorizzati in cucina. Il caso vuole che nella stessa zona iniziassero già a produrre in quel periodo lo zafferano. Ho quindi assemblato gli ingredienti che hanno la stessa stagionalità, aggiungendo del cioccolato per contrastare il dolce pungente dei cachi e delle castagne"

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 14/10/2019

Naviga nei documenti della stessa sezione

scopri gli eventi

Recapiti

Indirizzo:
Museo Classis - Via Classense, 29
Telefono:
+39 329 017 4886
Email:
info@brigatadeldiavolo.com
Link:

» Romagna Osteria

» Romagna Osteria • Facebook