Galleria foto

Menu di livello

Home >Enogastronomia > Prodotti tipici > Primi piatti > Cappelletti

Cappelletti

I cappelletti, detti anche caplèt, sono un piatto tradizionale della cucina romagnola. Si tratta di una pasta all'uovo tagliata a quadrati, riempiti di formaggio (ricotta, raviggiolo o casatella, parmigiano), chiusi in modo da ottenere una particolare forma a cappello, simile al tortellino, ma di dimensioni maggiori.

In Romagna i cappelletti sono un piatto natalizio d'obbligo.

Secondo un detto ravennate "e' caplet l'ha da resar fat a galòzza, cun poch urel e purassei caplon" (il cappelletto dev'esser fatto a galòzza (sorta di berretto col cucuzzolo appuntito), con poca tesa e cupolone abbondante, cioè con molto ripieno (tratto da la Ludla, Anno XVI, Luglio / Agosto 2012, n.6).

Per quanto Pellegrino Artusi, nel suo La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene, descriva la ricetta dei cappelletti all’uso di Romagna con carne di maiale (ricetta n. 7), con ripieno a base di ricotta (o ricotta e raviggiolo), petto di cappone o lombata di maiale, da cuocere nel brodo di cappone, la tradizione più arcaica, per lo meno nel forlivese e dintorni, è quella di confezionare il ripieno dei cappelletti privo di carne, come riportato da Michele Placucci nella sua celebre opera Usi, e pregiudizj de' contadini della Romagna.

I cappelletti "all'uso di Romagna" sono cotti e consumati nel brodo di cappone, oppure possono essere serviti anche "asciutti" con ragù di carne (Ricetta)

Pagine a cura della Redazione Locale

e-mail Redazione: turismo@comune.ravenna.it

Data ultima modifica: 04/09/2014

Dove mangiare

Recapiti

Naviga nei documenti della stessa sezione